Quantcast
Parkinson Archivi | BioBlog

Parkinson

Morbo di Parkinson e Alzheimer

Grelina per il Parkinson

Il morbo di Parkinson provoca una degenerazione di alcuni neuroni a seguito di una drastica riduzione della dopamina. Tamas Horvath e i colleghi ricercatori presso l‘Università  di Yale hanno scoperto che la grelina, un ormone prodotto dalle pareti dello stomaco, è in grado non solo di stimolare l’appetito ma anche di stimolare la produzione di… Continua a leggere Grelina per il Parkinson

30/11/2009Bio Blog

Farmaci contro il Parkinson responsabili di disturbi ossessivo-compulsivi

I pazienti sottoposti a terapie a base di dopamina, oltre che beneficiare dell’effetto terapeutico, si trovano ad essere vittime di disturbi ossessivo compulsivi. La questione è stata discussa dall’associazione Nazionale Parkinsoniani in occasione di alcuni strani comportamenti dei malati, si è riflettuto sul ruolo stimolante della dopamina e dei suoi derivati e composti, che sono… Continua a leggere Farmaci contro il Parkinson responsabili di disturbi ossessivo-compulsivi

27/1/2009Bio Blog

Cellule simil-staminali

Esiste un meccanismo per riprogrammare le cellule adulte e renderle simili alle staminali: la chiave starebbe in una proteina, chiamata Wnt, già¡ nota per essere coinvolta in numerose fasi dello sviluppo di animali vertebrati e invertebrati. L’autore della scoperta è stato il gruppo di ricerca dell’Istituto Telethon di Genetica e Medicina (Tigem) di Napoli. I… Continua a leggere Cellule simil-staminali

19/11/2008Bio Blog

Banjo e chirurgia cerebrale

Un musicista, che ha subito un intervento chirurgico al cervello per curare il tremore alla mano, ha suonato lo strumento durante l’operazione per verificare il successo della procedura. Eddie Adcock, uno dei pilastri della musica Bluegrass, probabilmente affetto da Parkinson e realizzato che il tremore avrebbe potuto compromettere la capacità  di eseguire professionalmente la sua… Continua a leggere Banjo e chirurgia cerebrale

14/10/2008Bio Blog

Deep Brain Stimulation per i disturbi psichici

L’idea che la stimolazione cerebrale profonda potrebbe diventare utile nel trattamento di una varietà  di disturbi psichici farmacoresistenti non è una novità . Finora utilizzata soprattutto per la cura di disturbi extrapiramidali, cerebellari come atassia e Parkinson. L’American Association of Neurosurgeons (AANS), sta studiando e valutando il punto di stimolazione cerebrale profonda (DBS) utile per il… Continua a leggere Deep Brain Stimulation per i disturbi psichici

1/5/2008Bio Blog

Il cervello danneggiato può essere riparato

La lesione cerebrale negli adulti può causare una danno irreparabile, e a lungo termine, danni fisici e cognitivi. Tuttavia, le funzioni motorie e viuospaziali possono essere recuperate se non vengono danneggiati i neuroni che stimolano la creazione di nuove innervazioni. Questo tipo di innervazione si sviluppa spontaneamente dopo una lesione cerebrale nei bambini molto piccoli.… Continua a leggere Il cervello danneggiato può essere riparato

9/4/2008Bio Blog

Cerotto antiparkinson Neupro

Neupro è una gamma di cerotti transdermici (si basa cioè sul principio della somministrazione del medicinale attraverso la pelle). Ciascun cerotto rilascia 2, 4, 6 o 8 mg del principio attivo rotigotina in 24 ore. In monoterapia è usato nel trattamento del morbo di Parkinson allo stadio iniziale. Può anche essere usato con levodopa (altro… Continua a leggere Cerotto antiparkinson Neupro

27/3/2008Bio Blog

Parkinson curato nei topi grazie alle staminali

L’équipe di Lorenz Studer, Head of the Stem Cell and Tumor Biology Laboratory, insieme al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center (MSKCC) ha curato con successo delle cavie ammalate di Parkinson con un trapianto di neuroni, ottenuti partendo per la prima volta al mondo, da cellule staminali embrionali ricavate da embrioni geneticamente identici al “paziente” (in questo… Continua a leggere Parkinson curato nei topi grazie alle staminali

25/3/2008Bio Blog

Archivio molecolare delle malattie neurodegenerative

Una cellula umana prelevata da un paziente malato, un ovocita di mucca privato di nucleo. La cellula viene iniettata nell’ovocita animale e comincia a moltiplicarsi. Il risultato è un archivio molecolare delle malattie, innanzitutto quelle neurodegenerative come il Parkinson e l’Alzheimer, che permetterà  di osservare i meccanismi molecolari che scatenano ed eventualmente di sperimentare nuove… Continua a leggere Archivio molecolare delle malattie neurodegenerative

24/3/2008Bio Blog