Quantcast
Nanotubi e cellule staminali per la ricostruzione delle ossa | BioBlog

Nanotubi e cellule staminali per la ricostruzione delle ossa

Categoria: Archivio Biotecnologie Mediche Medicina rigenerativa Nanotecnologie Protesi Staminali
Tag: #cellule #cellule staminali #fratture #Medicina rigenerativa #Nanotecnologie #nanotubi #ossa #Staminali #titanio
Condividi:

È stato scoperto che l’uso di impianti costituiti da nanotubi di titanio insieme a cellule staminali possono accelerare la crescita del tessuto osseo. Il gruppo di bioingegneri dell’Università  della California – San Diego, ha usato tecnologie di nano-biotecnologie che hanno permesso di realizzare questo esperimento. Infatti, sono stati in grado di posizionare delle cellule mesenchimali dentro questi sottilissimi nanotubi di ossido di titanio per poi indurre e controllare la differenziazione delle cellule. Questo processo porta alla formazione di cellule specializzate chiamate osteoblasti, responsabili della formazione del tessuto osseo. Le cellule mesenchimali, dotate di un certo grado  di staminalità , ossia di dare origine ad altre linee cellulari, possono essere estratte dal midollo osseo dello stesso paziente. La scoperta più interessante di questo lavoro è senza dubbio il fatto che controllando in maniera precisa il diametro di questi nanotubi è possibile modulare il differenziamento. Usando diametri maggiori, si è osservato che la crescita degli osteoblasti avviene più rapidamente ed il tessuto che ne deriva è più resistente. L’impianto di questi nanotubi con cellule mesenchimali potranno forse, in futuro, essere applicati alla clinica per garantire ai pazienti un decorso post-operatorio più rapido. Il lavoro, che ha avuto come lead author Brian Seunghan, è stato pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS). [via Ucsd]

Publicato: 16/2/2009Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Cellule staminali della placenta: una miniera inutilizzata

La placenta, secondo le ultimissime ricerche, risulta più ricca di cellule staminali rispetto al sangue del cordone ombelicale, tuttavia nella maggioranza dei parti viene eliminata senza poter attingere a quella riserva così preziosa per la ricerca e per le terapie. L’equipe dell’Ospedale Pediatrico di Oackland, in California, ha scoperto nel 2009 che la placenta contiene… Continua a leggere Cellule staminali della placenta: una miniera inutilizzata

8/3/2010Bio Blog

Riparazione del midollo spinale

Nel sangue esistono cellule in grado di riparare, o per lo meno di limitare, i danni di un trauma al midollo spinale. La scoperta, pubblicata su Plos Medicine e per ora dimostrata solo sui topi, arriva dai ricercatori del Weizmann Institute of Science di Rehovot in Israele e dell’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di Milano.… Continua a leggere Riparazione del midollo spinale

9/9/2009Bio Blog

La terapia contro il cancro che viene dalle nostre cellule

La nuova speranza nella terapia contro il cancro viene dalle nostre stesse cellule e si chiama Par-4. In uno studio pubblicato da Cell, ricercatori dell’Università  del Kentucky, guidati da Vivek Ragnekar, hanno dimostrato che questa proteina può uccidere le cellule cancerose senza danneggiare quelle sane. L’attività  antitumorale di Par-4 era già  nota, ma fino ad… Continua a leggere La terapia contro il cancro che viene dalle nostre cellule

27/7/2009Bio Blog

Nanoparticelle contro le cellule tumorali

In alternativa ai farmaci per il cancro usati fino ad oggi, che colpiscono indiscriminatamente sia le cellule sane sia le cellule malate, un gruppo di ricercatori australiani ha messo appunto delle nanoparticelle per somministrare gli agenti terapeutici esclusivamente alle cellule cancerose. La nuova tecnica, sperimentata sui topi e pubblicata sulla rivista Nature Biotechnology, sfrutta delle… Continua a leggere Nanoparticelle contro le cellule tumorali

4/7/2009Bio Blog