Quantcast
Test casalingo per la celiachia: Xeliac test | BioBlog

Test casalingo per la celiachia: Xeliac test

Categoria: Archivio Dispositivi diagnostici Esami non invasivi Gadgets Medici Recensioni
Tag: #biopsia #celiachia #gallery #test
Condividi:

Si calcola che per ogni caso diagnosticato di celiachia, sette siano ancora da scoprire. La celiachia si manifesta tramite sintomi sospetti come diarrea, gonfiori addominali e diarrea, ed è perciò una malattia subdola, difficile da riconoscere. Xeliac Test è, a oggi in Italia, il primo e unico test per la diagnosi della celiachia che si può fare comodamente a casa. È semplice, affidabile e basta una goccia di sangue. Il test determina la presenza degli anticorpi IgA anti-transglutaminasi che, ad oggi, rappresentano il marcatore immunologico più sensibile per la diagnosi della celiachia.

Come si usa Xeliac Test? Il test è molto semplice da eseguire:

  1. Come prima cosa occorre disporre tutti gli strumenti a portata di mano (stick, capillare, etc.) e disinfettare il dito con l’apposita salvietta.
  2. Successivamente si deve procedere pungendo il dito con la lancetta per provocare la fuoriuscita di una goccia di sangue (bastano 10ul di sangue).
  3. Appena il sangue fluisce si deve appoggiare il capillare in vetro e attendere che si riempa.
  4. Il più è fatto: si deve solamente inserire il capillare nella provetta contenente il diluente, agitare fino a far mescolare il sangue con la soluzione e quindi immettere lo stick reattivo. Il risultato si ottiene dopo qualche minuto: se appaiono 2 linee il test è positivo, se ne appare solo una il test è negativo.

Xeliac Test, in uno studio eseguito su 149 campioni clinici in cui si sono confrontati i risultati con la biopsia, ha dato i seguenti risultati:

  • 7 falsi positivi;
  • 3 falsi negativi;

diagnosticando correttamente la celiachia a 78 persone. La sensibilità  è quindi del 96,3%, mentre la specificità  è dell’89,7%. La Celiachia è una malattia autoimmune che si manifesta a livello gastrointestinale dovuto ad un’intolleranza permanente al glutine, un complesso di proteine che si trovano nel grano, nell’orzo, nella segale e in tutti i cibi che li contengono. Nei soggetti celiaci l’intolleranza al glutine si manifesta con una risposta immunitaria che implica la produzione di specifici anticorpi (IgA anti- transglutaminasi tissutale).”¨Tale risposta immunitaria scatena un attacco a livello di mucosa intestinale che conduce all’atrofia dei villi intestinali. L’intestino tenue è un tubo di circa 35 mm di diametro e di 5 m di lunghezza che va dal duodeno al colon. E’ la sede principale dell’assorbimento delle sostanze nutritive nel circolo sanguigno. La parete dell’intestino tenue è ricoperta da minuscole sporgenze digitiformi, chiamate villi.”¨La funzione dei villi è quella di assorbire vitamine, minerali e altri nutrimenti dal cibo che viene ingerito.”¨L’atrofia dei villi, ovvero un loro appiattimento, porta ad una condizione di malassorbimento. Xeliac test è venduto in farmacia. Maggiori informazioni su LaDiagnosi.it

Publicato: 21/4/2008Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Novità  sulla diagnosi delle disfunzioni renali

Sono sempre di più le persone che soffrono di pressione alta e che hanno problemi di diabete, la colpa potrebbe essere attribuita allo stile di vita non propriamente corretto della società  occidentale. Le stesse abitudini con il tempo, portano ad un calo drastico delle funzioni renali, in alcuni casi si arriva a parlare di malattia… Continua a leggere Novità  sulla diagnosi delle disfunzioni renali

13/5/2009Bio Blog

Stress da referto

L’ansia da attesa da referto può, oltre a notti insonni, indurre alterazioni biochimiche nell’organismo tali da provocare guai più seri, fino a compromettere il sistema immunitario e la guarigione di una ferita. A dirlo è un gruppo di ricerca di Boston che ha prelevato saliva da 126 donne sottoposte a biopsia del seno e in… Continua a leggere Stress da referto

2/3/2009Bio Blog

Un validio ausilio per il Pap Test direttamente dagli Usa

Il pap test è un esame, forse un po’ invasivo, che permette di evidenziare la presenza di un tumore al collo dell’utero. Il problema è che non è in alcun modo una forma di prevenzione, il test infatti è in grado di dire se il cancro c’è o meno e non può in alcun modo… Continua a leggere Un validio ausilio per il Pap Test direttamente dagli Usa

17/2/2009Bio Blog

Ultrasonografia per individuare lesioni vascolari polmonari

A Forlì è stata impiegata la ultrasonografia per individuare lesioni vascolari polmonari, evitando indagini invasive e cruente. Lo studio del prof. Venerino Poletti, intervistato su questo blog sulla “Pinza Jumbo e biopsia polmonare” e diventato nel frattempo segretario europeo della Società  di Medicina Respiratoria, è stato pubblicato sull’European Respiratory Journal. Le indagini “soft” sul polmone… Continua a leggere Ultrasonografia per individuare lesioni vascolari polmonari

7/11/2008Bio Blog