Quantcast
Russare può portare a bronchiti croniche | BioBlog

Russare può portare a bronchiti croniche

Categoria: Archivio Patologie
Tag: #bronchite cronica #disturbi del sonno #dormire #russare
Condividi:

Uno studio sud coreano molto esteso ha affermato che esiste una chiara corrispondenza tra il russare e l’esser soggetti a bronchiti croniche. La bronchite cronica è una tosse che può durare per settimane e può ripresentarsi più volte, in modo ricorrente, addirittura per diversi anni. Questa ricerca condotta su 4270 persone ha stimato un aumento che varia tra il 25% e il preoccupante 68% nel legame tra i due problemi: la prima percentuale è legata a quelli che russano cinque volte a settimana (o meno), la seconda per chi lo fa ogni notte. Inkyung Baik della Korea University Ansan Hospital ha dichiarato che le loro scoperte possono dare delle interessanti notizie sui rischi che insorgono nelle persone che durante il sonno russano, mentre il Dr. Robert Keeton della University of Michigan Sleep Disorders Center pensa sia un buon punto di partenza soprattutto per dare delle motivazioni ai pazienti che si ritrovino con questi problemi, ma necessiti di ulteriori studi, soprattutto perché russare significa andare in apnea per brevi periodi. Ben vengano quindi prodotti come lo Snore Stopper, di cui vi ho parlato in precedenza con un’ampia galleria fotografica, che aiutano a interrompere sul nascere il russare notturno. [via washingtonpost e dbtechno | foto]

Publicato: 29/1/2008Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Lo stetoscopio più avanzato del mondo

Per i medici, il modo migliore per auscultare i polmoni di un paziente è quello di usare le orecchie. Chiaramente per fare questo è necessario affidarsi ad uno stetoscopio: questo rende possibile capire, dopo un doveroso allenamento, se i bronchi sono occlusi, se c’è la presenza di asma, e così via. Se fino ad oggi,… Continua a leggere Lo stetoscopio più avanzato del mondo

6/2/2008Bio Blog

Cuore: questione di insonnia

L’insonnia è un disturbo del sonno caratterizzato dall’impossibilità  di addormentarsi o di dormire per un tempo ragionevole durante la notte. Coloro che soffrono di insonnia di solito lamentano di non essere in grado di dormire che per pochi minuti alla volta o di agitarsi nel letto durante la notte. Il risultato di uno studio dell’Università … Continua a leggere Cuore: questione di insonnia

16/9/2009Bio Blog

Clinica del sonno a casa tua

Le persone che soffrono di disturbi del sonno sono molte, tanti non sanno minimamente di soffrirne. La sapienza comune riconosce solo l’insonnia o l’ipersonnia come disturbo legato al sonno, mentre pochi sanno che il sonno se qualitativamente scarso produce gravi ripercussioni metaboliche e dinamiche sul nostro corpo. Il sonno è composto da 4 fasi NREM… Continua a leggere Clinica del sonno a casa tua

15/6/2009Bio Blog

Fisiologia del ciclo vitale

Noi, a differenza di altri, siamo animali diurni. Questo vuol dire che tutti i nostri sistemi, a partire da quello neuroendocrino, sono organizzati sul ritmo circadiano luce-buio, veglia-sonno. Tra mezzanotte e le 2 del mattino la melatonina è al massimo e il cortisolo è al minimo. Tra le 7 e le 8 del mattino è… Continua a leggere Fisiologia del ciclo vitale

26/1/2009Bio Blog

Perchè si dorme male? La roncopatia, è una delle cause principali

Normalmente nota come malattia dei grandi russatori, la roncopatia o Sindrome delle apnee notturne (Osas) produce un arresto temporaneo e involontario della respirazione durante il sonno, provocando numerosi micro-risvegli notturni. Le cause di questa malattia, che solitamente colpisce il una media del 3% della popolazione adulta, sono diverse, in primis il sovrappeso, i difetti di… Continua a leggere Perchè si dorme male? La roncopatia, è una delle cause principali

4/11/2008Bio Blog