Quantcast
Progressi neurologici | BioBlog

Progressi neurologici

Categoria: Archivio Foto e illustrazioni Patologie
Tag: #ictus #ischemia #journal #ricerca #sclerosi laterale amiotrofica #sclerosi multipla
Condividi:

Le novità  del 2009 riguardano le terapie della Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), Sclerosi Multipla (SM) e dell’Ictus. Per la SLA, uno studio italiano su Pnas ha suggerito che i Sali di Litio, rallenterebbero la progressione della malattia. La sperimentazione è su animali e pochi pazienti. Servono ulteriori trials clinici per stabilire se il litio sia un’alternativa alle attuali terapie.

Nella Sclerosi Multipla, è di recente stato proposto l’impiego di una nuova molecola, il natalizumab, un anticorpo monoclonale modificante il decorso di malattia. Durante la sperimentazione negli USA, il farmaco ha causato tre decessi, per questo motivo in Italia il farmaco è stato autorizzato con specifiche limitazioni.

Per quanto riguarda l’ictus, sul New England Journal of Medicine una ricerca ha documentato l’allungamento della finestra terapeutica da 3 a 4,5 ore dall’ictus per l’uso di un potente trombolitico dell’rtPA in caso di ischemia cerebrale. Un maggior numero di pazienti in cui questa cura è indicata potranno dunque essere trattati con successo.

Publicato: 12/1/2009Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Le nuove frontiere delle staminali embrionali e fetali

In Gran Bretagna con la collaborazione dei biotecnologi olandesi, si sta avviando una ricerca che porterà  alla cura, forse e si spera, dell’ictus. La ricerca coinvolge ancora una volta le cellule staminali, provenienti questa volta da feti o da embrioni abortiti. Queste staminali verranno impiantate nel cervello di persone colpite da ictus e si spera che le stesse riescano a specializzarsi divenendo cellule cerebrali,… Continua a leggere Le nuove frontiere delle staminali embrionali e fetali

21/1/2009Bio Blog

Nuove prospettive contro l’Ictus grazie alla trombolisi

Uno studio internazionale condotto da Danilo Toni nell’ambito del dottorato in Neuroscienze, per la Sapienza, e pubblicato su The New England Journal of Medicine ha mostrato nuove prospettive contro l’ictus. Quando la terapia viene somministrata in un lasso di tempo maggiore rispetto a quello standard utilizzato nella normale riabilitazione post-ictus, risulta estremamente più performante: trombolisi… Continua a leggere Nuove prospettive contro l’Ictus grazie alla trombolisi

6/10/2008Bio Blog

La neurostimolazione aumenta la performance

Ricaricare il cervello con deboli scosse elettriche per migliorare le performance e combattere l’invecchiamento. La tecnica italiana nasce da una idea del Prof. Alberto Priori, direttore del Centro di ricerca per le neuronanotecnologie e la neurostimolazione dell’IRCCS Ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena di Milano. La stimolazione continua di particolari aree del cervello con… Continua a leggere La neurostimolazione aumenta la performance

23/9/2008Bio Blog

Meno ictus con gli omega-3

Combattere l’ictus o il declino cognitivo e la demenza in modo naturale è possibile e assolutamente fattibile: la scoperta arriva da un team dell’Università  di Kuopio, in Finlandia, che ha associato queste malattie all’assunzione di omega-3. Lo studio è apparso tra le pagine di Neurology e ha preso in esame 3660 soggetti sopra i 65… Continua a leggere Meno ictus con gli omega-3

19/8/2008Bio Blog