Quantcast
Neuroni da cellule staminali | BioBlog

Neuroni da cellule staminali

Categoria: Archivio Medicina rigenerativa Staminali
Tag: #alzheimer #cellule #cellule staminali #cervello #Medicina rigenerativa #neuroni #salute
Condividi:

Un gruppo di ricercatori europei presso l’Institute of Interdisciplinary Research (IRIBHM) della University of Brussels ULB ha scoperto come trasformare in vitro delle cellule staminali embrionali di topo in neuroni adulti e soprattutto come impiantarli senza rigetto nel cervello di un topo. In questo modo gli scienziati sono riusciti nell’impresa di creare una terapia di sostituzione cellulare per la cura delle malattie del cervello. A rendere nota la scoperta è il giornale belga Le Soir, intervistando Pierre Vanderhaeghen, che ha guidato l’equipe di ricercatori i cui lavori sono stati pubblicati sulla rivista Nature. «Fino a questo momento – ha spiegato Vanderhaeghen – se un laboratorio vuole testare l’efficacia di una nuova molecola sul cervello umano, per la cura ad esempio dell’Alzheimer, le sue ricerche sono frenate da legittime riserve etiche in quanto i test devono essere effettuati sui malati. In futuro, invece applicando questa tecnica a delle cellule umane, si potrà  testarle in via preventiva in laboratorio ottenendo un’ottima previsione del loro funzionamento reale, in quanto si tratterà  di neuroni umani». Nella foto, la realizzazione di neuroni corticali dalle cellule staminali embrionali: Seguendo precise condizioni di coltura, le cellule staminali possono essere differenziate in neuroni indistinguibili dai neuroni corticali. Questi neuroni mostrano una morfologia piramidale (A), esprimono i marker glutamatergici (B) e si integrano appropriatamente nel tessuto corticale nativo (C). [via aduc | maggiori informazioni]

Publicato: 19/8/2008Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Souvenaid

Souvenaid, una nuova bevanda contro l’Alzheimer

Si chiama Souvenaid la nuova bevanda sperimentale messa a punto dalla Rush University Medical Center di Chicago. Souvenaid potrebbe essere in grado di limitare le carenze mnemoniche dei pazienti ai primi stadi della malattia o con una moderata di Alzheimer. Saranno 500 i pazienti sottoposti a questa nuova sperimentazione, queste persone verranno distribuite in 40… Continua a leggere Souvenaid, una nuova bevanda contro l’Alzheimer

5/3/2010Bio Blog
telefono cellulare

La rivincita del cellulare

Da tempo si parla degli effetti nocivi delle radiazioni legate all’uso del cellulare, ma finalmente per tutti gli amanti delle lunghe chiacchierate arriva una buona notizia. Secondo uno studio condotto alla University of South Florida e pubblicato sul Journal of Alzheiner’s Disease, l’esposizione prolungata alle onde elettromagnetiche del cellulare potenzierebbe la memoria e proteggerebbe dal… Continua a leggere La rivincita del cellulare

11/1/2010Bio Blog

Scoperti nuovi geni responsabili dell’Alzheimer

Scoperti due nuovi geni che hanno un ruolo di particolare importanza nella genesi della malattia di Alzheimer. La ricerca, frutto di una collaborazione europea sulla malattia di Alzheimer, ha dimostrato che particolari varianti dei geni CLU (o APOJ) e CR1 sono associate in modo significativo alla malattia. Lo studio e’ presentato sull’ultimo numero della prestigiosa… Continua a leggere Scoperti nuovi geni responsabili dell’Alzheimer

14/9/2009Bio Blog

Vasocostrizione cerebrale nel morbo di Alzheimer

I ricercatori dell’Università  di Bristol hanno scoperto che l’enzima convertente l’endotelina 2 (ECE-2) è in grado di causare la riduzione del flusso sanguigno cerebrale che si verifica nei malati di Alzheimer, e dunque di favorire la progressione della patologia. La malattia di Alzheimer è la più diffusa causa di demenza al mondo ed è caratterizzata… Continua a leggere Vasocostrizione cerebrale nel morbo di Alzheimer

30/7/2009Bio Blog