Quantcast
alzheimer Archivi | BioBlog

alzheimer

Souvenaid

Souvenaid, una nuova bevanda contro l’Alzheimer

Si chiama Souvenaid la nuova bevanda sperimentale messa a punto dalla Rush University Medical Center di Chicago. Souvenaid potrebbe essere in grado di limitare le carenze mnemoniche dei pazienti ai primi stadi della malattia o con una moderata di Alzheimer. Saranno 500 i pazienti sottoposti a questa nuova sperimentazione, queste persone verranno distribuite in 40… Continua a leggere Souvenaid, una nuova bevanda contro l’Alzheimer

5/3/2010Bio Blog
telefono cellulare

La rivincita del cellulare

Da tempo si parla degli effetti nocivi delle radiazioni legate all’uso del cellulare, ma finalmente per tutti gli amanti delle lunghe chiacchierate arriva una buona notizia. Secondo uno studio condotto alla University of South Florida e pubblicato sul Journal of Alzheiner’s Disease, l’esposizione prolungata alle onde elettromagnetiche del cellulare potenzierebbe la memoria e proteggerebbe dal… Continua a leggere La rivincita del cellulare

11/1/2010Bio Blog

Scoperti nuovi geni responsabili dell’Alzheimer

Scoperti due nuovi geni che hanno un ruolo di particolare importanza nella genesi della malattia di Alzheimer. La ricerca, frutto di una collaborazione europea sulla malattia di Alzheimer, ha dimostrato che particolari varianti dei geni CLU (o APOJ) e CR1 sono associate in modo significativo alla malattia. Lo studio e’ presentato sull’ultimo numero della prestigiosa… Continua a leggere Scoperti nuovi geni responsabili dell’Alzheimer

14/9/2009Bio Blog

Vasocostrizione cerebrale nel morbo di Alzheimer

I ricercatori dell’Università  di Bristol hanno scoperto che l’enzima convertente l’endotelina 2 (ECE-2) è in grado di causare la riduzione del flusso sanguigno cerebrale che si verifica nei malati di Alzheimer, e dunque di favorire la progressione della patologia. La malattia di Alzheimer è la più diffusa causa di demenza al mondo ed è caratterizzata… Continua a leggere Vasocostrizione cerebrale nel morbo di Alzheimer

30/7/2009Bio Blog

Novità  sul fronte Alzheimer, una risposta positiva viene dal caffè

A lungo si è discusso sui benefici e sugli effetti indesiderati della caffeina, ma da oggi, grazie ad una nuova ricerca, i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of Alzheimer’s Disease, forse anche i più scettici inizieranno a bere il caffè! L’esperimento è stato condotto da un gruppo di ricercatori americani, su 55 cavie… Continua a leggere Novità  sul fronte Alzheimer, una risposta positiva viene dal caffè

15/7/2009Bio Blog

Un’unica cura per cuore e cervello

Il morbo di Alzheimer, che è una fra le forme di demenza più diffuse, è causato dalla morte di cellule nervose a causa del’accumulo al loro interno di una proteina, la beta amiloide. Uno studio pubblicato dal Journal of Alzheimer‘s Disease dimostra come le statine, importanti farmaci utilizzati nelle terapie contro le patologie cardiovascolari, abbiano… Continua a leggere Un’unica cura per cuore e cervello

23/6/2009Bio Blog

Alzheimer, in Italia ogni anno 80mila nuovi malati

La seconda Giornata nazionale per la lotta all’Alzheimer organizzata da Confartigianato Persone lo scorso 28 marzo, si è conclusa con la massiccia partecipazione dei cittadini: in 150mila hanno riempito i gazebo informativi allestiti in 120 comuni italiani. Fabio Menicacci, segretario nazionale Anap Confartigianato annuncia: «Stiamo lavorando alla pubblicazione di un volume con i risultati della… Continua a leggere Alzheimer, in Italia ogni anno 80mila nuovi malati

3/4/2009Bio Blog

Dispositivo per rintracciare i malati

Da oggi i familiari dei pazienti malati di Alzheimer, sindrome di down e di altre malattie che possono provocare smarrimento momentaneo, perdite di memoria e simili, potranno controllare i movimenti dei loro cari. Un braccialetto che permette di rintracciare e localizzale i familiari che si sono smarriti o che in un modo o nell’altro non… Continua a leggere Dispositivo per rintracciare i malati

12/2/2009Bio Blog

Mangiare di meno e ricordare di più

Sulla rivista “Proceedings of National Academy of Sciences” è stato pubblicato uno studio portato a termine da un gruppo di ricercatori tedeschi, mangiare di meno e in maniera più regolare contribuirebbe a prevenire disturbi della memoria e addirittura il morbo d’Alzheimer. Se negli anni passati la sperimentanzione era avvenuta sugli animali da laboratorio che erano… Continua a leggere Mangiare di meno e ricordare di più

29/1/2009Bio Blog