Quantcast
GLP-1, incretina e incretino mimetici, cosa sono? | BioBlog

GLP-1, incretina e incretino mimetici, cosa sono?

Categoria: Archivio Diabete Farmaci ormoni
Tag: #Diabete #Farmaci #fegato #glicemia #glucosio #retina
Condividi:

Un’incretina è un ormone rilasciato in circolo dall’intestino in risposta all’assunzione di cibo. Tale ormone contribuisce a regolare le concentrazioni di zucchero (glucosio) nel sangue. L'”effetto incretinico” è stato descritto per la prima volta negli anni ’60. I ricercatori osservarono che il glucosio somministrato per via orale provocava una risposta insulinica maggiore rispetto al glucosio somministrato per via endovenosa, nonostante l’equivalenza dei livelli glicemici raggiunti. L’effetto incretinico è responsabile del 60% della secrezione insulinica postprandiale, ma è meno pronunciato nelle persone con diabete di tipo 2. Si ritiene generalmente che l’incretina più importante prodotta dall’intestino umano sia il GLP-1 (glucagon-like peptide-1). Cosa fa il GLP-1? La funzione primaria del GLP-1, un’incretina, è la stimolazione della secrezione insulinica in base alle concentrazioni di glucosio presenti nel sangue. Tale correlazione con le concentrazioni glicemiche impedisce la secrezione di quantità  eccessive di insulina, che potrebbe portare a concentrazioni pericolosamente basse di glucosio nel sangue, una condizione detta ipoglicemia.

  • Il GLP-1 sopprime, inoltre, il rilascio di glucagone, un ormone che stimola il rilascio di glucosio da parte del fegato e che risulta inappropriatamente elevato nei pazienti diabetici di tipo 2.
  • Il GLP-1 agisce nel cervello stimolando un senso di sazietà  e favorisce la regolazione dei tempi di svuotamento gastrico in modo che i nutrienti non siano assorbiti troppo rapidamente nel flusso sanguigno.
  • Inoltre, studi condotti sugli animali hanno dimostrato che il GLP-1 incrementa la massa di cellule beta stimolando la rigenerazione delle cellule pancreatiche.
  • Studi condotti sull’uomo hanno dimostrato che il GLP-1 migliora la funzionalità  delle cellule beta. Tale scoperta può risultare importante poiché le cellule beta perdono progressivamente la loro funzionalità  con l’avanzare del diabete di tipo 2.

Cos’è un incretino-mimetico? Un incretino-mimetico mima l’azione di un’incretina naturale (il GLP1) stimolando la secrezione di insulina con modalità  glucoso-dipendente, ed esercitando altre azioni ipoglicemizzanti proprie di tale ormone. Queste azioni includono:

  • inibizione del rilascio di glucagone dopo i pasti
  • stimolo del senso di sazietà 
  • rallentamento dei tempi di svuotamento gastrico in modo tale che i nutrienti non vengano assorbiti in circolo troppo rapidamente
  • in studi condotti sugli animali, il trattamento con incretino-mimetici ha avuto come risultato il mantenimento e la formazione di nuove cellule beta, le cellule pancreatiche deputate alla produzione di insulina.

Exenatide, una nuova terapia per il diabete di tipo 2 sviluppata da Eli Lilly and Company e Amylin Pharmaceuticals, Inc. è il capostipite di questa nuova classe di farmaci. Gli studi clinici indicano che il trattamento con exenatide riduce le concentrazioni glicemiche fino ai livelli target ed è associato ad una perdita di peso. Gli effetti sul controllo glicemico osservati con la terapia con exenatide derivano da diverse azioni analoghe a quelle del GLP-1.

Publicato: 10/3/2008Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

La stretta relazione tra diabete e ossa

Arriva da New York la notizia che lo scheletro svolge un ruolo importante nella regolazione dello zucchero nel sangue. La scoperta, pubblicata sulla rivista scientifica Cell, è molto importante perché può portare allo sviluppo di farmaci più mirati per il diabete di tipo 2, disfunzione molto comune nel mondo occidentale che prevede un’alterazione nell’assorbimento del… Continua a leggere La stretta relazione tra diabete e ossa

2/10/2010Bio Blog

Svelato nella dieta il segreto della longevità 

Mangiare poco protegge dall’invecchiamento e dalle malattie. A confermarlo sono i ricercatori della Mount Sinai School of Medicine, guidati da Charles Mobbs, professore di neuroscienze e di medicina geriatrica e palliativa. In uno studio pubblicato dalla rivista Public Library of Science Biology gli scienziati hanno individuato nella proteina CBP (CREB-binding protein) la molecola alla base… Continua a leggere Svelato nella dieta il segreto della longevità 

20/11/2009Bio Blog

Indonesia: neonato da Guinnes dei primati

Il neonato piu’ grande del mondo pesa più di 8 chili.  Il piccolo è nato proprio in questi giorni in Indonesia ed è già  una star. Suo il record per il neonato più grande. Il bambino non ha ancora un nome. A darlo alla luce la madre Ani, di 41 anni, in un ospedale di Kisaran, a nord dell’Isola… Continua a leggere Indonesia: neonato da Guinnes dei primati

9/10/2009Bio Blog

Mutazione regola risposta all’insulina

Identificata una variazione genetica che influisce sulla risposta dei diabetici all’ormone insulina. Nelle persone con il diabete di tipo 2, infatti, certe mutazioni possono impedire al corpo di utilizzare l’insulina necessaria alla sopravvivenza. Questa scoperta potra’ aiutare gli scienziati a sviluppare nuove terapie per combattere la malattia. Sono state identificate nel passato numerose mutazioni genetiche… Continua a leggere Mutazione regola risposta all’insulina

14/9/2009Bio Blog