Quantcast
Test dell'Hiv in carcere | BioBlog

Test dell’Hiv in carcere

Categoria: Archivio Biotecnologie Mediche Virus
Tag: #hiv #test hiv
Condividi:

La diffusione capillare dell’Hiv dipende dal fatto che non solo la malattia viene troppo spesso sottovalutata, ma soprattutto dal fatto che i singoli individui si considerano troppo spesso immuni dal poter contrarre la malattia. Sono poche le persone che si sottopongono al test dell’Hiv a dimostrarlo è stato uno studente  della facoltà  di Medicina dell’Università  di Yale,Ravi Kavasery, che ha condotto uno studio tra i detenuti di una prigione degli Usa. Il giovane ha scelto dei detenuti internati nelle 24 ore precedenti, ha chiesto loro di sottoporsi gratuitamente al test dell’Hiv. I risultati non sono stati incoraggianti: dei 298 uomini scelti solo il 53% di loro ha accettato repentinamente di eseguire il test, mentre tra le donne, 323 in tutto, la percentuale tocca il 73%. Lo stesso esperimento è stato ripetuto su detenuti incarcerati da più giorni man mano che cresceva il numero di giorni di prigionia diminuiva la disponibilità  dei detenuti di sottoporsi al test. Il giovane  ricercatore ha concluso che: esiste una concreta possibilità  di limitare la diffusione dell’Hiv tra i detenuti, proponendo test gratuiti per tutti il giorno stesso dell’incarcerazione. Se all’apparenza la ricerca potrebbe sembrare banale non bisogna sottovalutare l’impatto che essa ha sulla salute pubblica, sono troppi i malati o i sieropositivi che conducono una vita sessuale normale non sapendo di aver contratto il virus che in questa maniera si diffonde a macchia d’olio. Fonte e maggiori informazioni

Publicato: 27/11/2009Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

struttura hiv

Novità  sul fronte Hiv

I ricercatori del Caltech hanno individuato una glicoproteina contenuta nella superficie esterna del virus dell’HIV, che interagisce con i recettori CD4 e che permette al virus di entrare all’interno delle cellule sane per infettarle. Il suo nome è Clade C gp120, è necessario cristallazzare la proteina per poterne studiare al meglio la struttura, per questa… Continua a leggere Novità  sul fronte Hiv

13/4/2010Bio Blog

Anticorpi anti-hiv

A poco più di un anno dallo stop alle sperimentazioni di nove vaccini contro l’Hiv per inefficacia e pericolosità , Science riporta la scoperta di due nuovi e potenti anticorpi, attivi contro molti ceppi del virus, che fanno intravedere la possibilità  di mettere a punto una nuova terapia preventiva.

10/9/2009Bio Blog

Il fiume. Un viaggio verso la sorgente dell’HIV e dell’AIDS

A seguito delle recenti polemiche sull’AIDS, questa settimana, ho deciso di presentare un libro importante su questa tematica. “The river”, stampato per la prima volta nel 1999, nasce dall’intenso lavoro di ricerca di Edward Hooper, durante quasi dieci anni sono stati consultati migliaia di documenti in archivi africani, europei ed americani e registrate numerose interviste.… Continua a leggere Il fiume. Un viaggio verso la sorgente dell’HIV e dell’AIDS

24/3/2009Bio Blog

HIV e autoreplicazione

Gli studi per trovare un vaccino e nuove terapie contro l’HIV si basano sulla conoscenza del ciclo del vitale del virus. L’HIV invade le cellule ospiti e ordina ai meccanismi cellulari di creare nuove copie di se stesso. In primo luogo una proteina del virus detta involucro, o envelope, si deve legare alla proteine CD4… Continua a leggere HIV e autoreplicazione

5/2/2009Bio Blog