Quantcast
Stimolazione magnetica per il mal di testa | BioBlog

Stimolazione magnetica per il mal di testa

Categoria: Apparecchiature Archivio Biotecnologie Mediche Dossier Gadgets Medici Medicina alternativa Terapia del dolore
Tag: #Apparecchiature #dolore #mal di testa #Onde elettromagnetiche #Terapia del dolore
Condividi:

Stimolazioni magnetiche con apposite apparecchiature al posto dei farmaci contro il mal di testa? Sembra impossibile, invece esistono già  e in fase sperimentale avanzata e addirittura potrebbero essere commercializzati in tempi molto brevi. Il nuovo approccio al mal di testa è molto promettente secondo gli scienziati statunitensi, che dalla sua ha anche il vantaggio di risparmiare ai pazienti i fastidiosi effetti collaterali dei farmaci usati comunemente da milioni di persone. Le apparecchiature sulle quali ci sta concentrando maggiormente sono due: il T.M.S, Transcranial magnetic stimulation (Stimolazione magnetica transcranica) e l’O.M.S, Occipital magnetic stimulation, la stimolazione magnetica del nervo occipitale. Il TMS è un apparecchio elettromagnetico non invasivo che viene appoggiato sulla parte posteriore del capo e trasmette brevi impulsi che alterano l’attività  elettrica all’interno del cervello, bloccando così l’attacco di mal di testa appena si manifesta. Il meccanismo d’azione ricorda quello dell’ elettroshock: si somministra una “scossa” ma senza dolori e senza effetti collaterali. Si è osservato che le onde elettromagnetiche andrebbero a eccitare i neuroni nel cervello portando quindi il tessuto a rinnovarsi, bloccando sul nascere il disturbo doloroso. Addirittura negli USA, con lo stesso principio, si è realizzata perfino un’apparecchiatura portatile per stimolare le funzioni cognitive come la memoria, la capacità  di calcolo e alleviare la depressione. L’altra stimolazione, l’O.M.S. è più complessa: una sorta di mini-pacemaker viene collegato ad elettrodi sottocutanei sistemati sul retro del capo. La macchina invia una corrente elettrica che inibisce la formazione dell’emicrania e fa diminuire notevolmente il dolore. Gli apparecchi anti mal di testa potrebbero arrivare presto sul mercato in America. Ci sta provando l’azienda californiana Neuralieve, che, riferisce il New York Times, sta sviluppando macchinette portatili, simili a “pistole a raggi”, che dovrebbero essere commercializzate a breve. Secondo quanto riportato dal dottor Yousef M. Mohammad, neurologo dell’Ohio State University Medical Center, che ha condotto lo studio con la stimolazione magnetica T.M.S, ha ottenuto un miglioramento dei sintomi nel 74% dei casi trattati. Il trattamento non è invasivo e non sono stati riscontrati effetti collaterali. «È come se cercassimo di fermare un incendio in una foresta tagliando tutti gli alberi nel mezzo. In questo modo, il fuoco non può avanzare», spiega al New York Times il neurologo. Il T.M.S funziona proprio così, impedendo all’attacco, alle prime avvisaglie, di trasformarsi in mal di testa grave. Una nuova speranza, dunque, per la moltitudine di persone colpite dal disturbo che in moltissimi casi è invalidante: almeno 30 milioni negli Stati Uniti e sei persone su dieci in Italia anche se bisogna dire che molti esperti italiani e non solo hanno avanzato dubbi sulla reale efficacia, spiegando che molto probabilmente le guarigioni sono dovute all’effetto placebo.

Publicato: 28/6/2008Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

GE Healthcare lancia Vscan

GE Healthcare, la divisione medicale di General Electric, ha presentato in anteprima assoluta per l’Italia VscanTM, ecografo piccolo come uno smart phone. VscanTM utilizza una tecnologia di ultimissima generazione che permette ai medici di visualizzare in maniera non invasiva e immediata quello che accade all’interno del corpo umano. Realmente tascabile, VscanTM può essere trasportato facilmente… Continua a leggere GE Healthcare lancia Vscan

23/3/2010Bio Blog

Laringe artificiale per tornare a parlare

Grazie a un touch sensors la CompleteSpeech (Orem, Utah) ha realizzato un dispositivo, soprannominato Palatometer (in italiano potrebbe essere chiamato “Palatometro“) in grado di “percepire” il contatto della lingua sul palato durante la parlata. Il dispositivo è stato progettato espressamente per le persone mute o con difficoltà  nel parlare per ridarle nuova voce. Solo negli… Continua a leggere Laringe artificiale per tornare a parlare

5/12/2009Bio Blog

Clinica del sonno a casa tua

Le persone che soffrono di disturbi del sonno sono molte, tanti non sanno minimamente di soffrirne. La sapienza comune riconosce solo l’insonnia o l’ipersonnia come disturbo legato al sonno, mentre pochi sanno che il sonno se qualitativamente scarso produce gravi ripercussioni metaboliche e dinamiche sul nostro corpo. Il sonno è composto da 4 fasi NREM… Continua a leggere Clinica del sonno a casa tua

15/6/2009Bio Blog

Pubblicare su Twitter col pensiero

Twitter è un servizio molto seguito – soprattutto negli States – di microblogging che permette agli utenti di mandare aggiornamenti al proprio status con messaggi di testo, lunghi non più di 140 caratteri, dal il sito stesso oppure via SMS, e-mail, ma anche tramite varie applicazioni basate sulle API di Twitter, come quella realizzata da… Continua a leggere Pubblicare su Twitter col pensiero

27/4/2009Bio Blog