Quantcast
Pubblicare su Twitter col pensiero | BioBlog

Pubblicare su Twitter col pensiero

Categoria: Apparecchiature Archivio Biotecnologie Mediche Dossier Gadgets Medici
Tag: #Apparecchiature #attività  cerebrale #cervello #pensiero #scrittura #software #twitter
Condividi:

Twitter è un servizio molto seguito – soprattutto negli States – di microblogging che permette agli utenti di mandare aggiornamenti al proprio status con messaggi di testo, lunghi non più di 140 caratteri, dal il sito stesso oppure via SMS, e-mail, ma anche tramite varie applicazioni basate sulle API di Twitter, come quella realizzata da Adam Wilson che permette di scrivere i messaggi col pensiero. Wilson è un ricercatore, laureto all’Università  del Wisconsin-Madison, che ha creato un dispositivo in grado di leggere il pensiero. Il dispositivo biomedico “legge” l’elettroencefalogramma (EEG) del volontario e l’algoritmo, scritto da Adam, ne analizza il tracciato. Il principio su cui si basa il funzionamento della macchina che “legge il pensiero” è relativamente semplice ma molto ingegnoso: al paziente viene richiesto di mettere a fuoco una lettera dell’alfabeto sul monitor di un computer e a rotazione ciascuna lettera viene fatta lampeggiare. Finché lampeggiano le altre lettere il cervello non nota cambiamenti, ma quando a lampeggiare è la lettera su cui il paziente sta concentrando lo sguardo, viene rilevata nel tracciato EEG un’alterazione dell’attività  (una sorta di potenziali evocati). Il dispositivo è stato testato al momento su Twitter perché insieme a Facebook è un sito web che gode di altissima popolarità , ma potrebbe diventare presto una realtà  di scrittura per tutte quelle persone con difficoltà  motorie. Qui sotto il video del Brain Twitter Interface: [via medgadget | maggiori informazioni]

Publicato: 27/4/2009Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

GE Healthcare lancia Vscan

GE Healthcare, la divisione medicale di General Electric, ha presentato in anteprima assoluta per l’Italia VscanTM, ecografo piccolo come uno smart phone. VscanTM utilizza una tecnologia di ultimissima generazione che permette ai medici di visualizzare in maniera non invasiva e immediata quello che accade all’interno del corpo umano. Realmente tascabile, VscanTM può essere trasportato facilmente… Continua a leggere GE Healthcare lancia Vscan

23/3/2010Bio Blog

Laringe artificiale per tornare a parlare

Grazie a un touch sensors la CompleteSpeech (Orem, Utah) ha realizzato un dispositivo, soprannominato Palatometer (in italiano potrebbe essere chiamato “Palatometro“) in grado di “percepire” il contatto della lingua sul palato durante la parlata. Il dispositivo è stato progettato espressamente per le persone mute o con difficoltà  nel parlare per ridarle nuova voce. Solo negli… Continua a leggere Laringe artificiale per tornare a parlare

5/12/2009Bio Blog

Clinica del sonno a casa tua

Le persone che soffrono di disturbi del sonno sono molte, tanti non sanno minimamente di soffrirne. La sapienza comune riconosce solo l’insonnia o l’ipersonnia come disturbo legato al sonno, mentre pochi sanno che il sonno se qualitativamente scarso produce gravi ripercussioni metaboliche e dinamiche sul nostro corpo. Il sonno è composto da 4 fasi NREM… Continua a leggere Clinica del sonno a casa tua

15/6/2009Bio Blog

Da Vinci 3D HD

Un nuovo modello del robot chirurgico Da Vinci sta facendo parlare di sé grazie a un nuovo sistema di visualizzazione del campo operatorio 3D e soprattutto in alta definizione. Questa apparecchiatura è ampiamente utilizzata in operazioni chirurgiche minimamente invasive in diverse parti del corpo. Come scritto nel comunicato della Intuitive Surgical, il Da Vinci ingrandisce… Continua a leggere Da Vinci 3D HD

20/4/2009Bio Blog