Quantcast
Smart Bank chiarisce | BioBlog

Smart Bank chiarisce

Categoria: Archivio Biotecnologie Mediche Interviste Staminali
Tag: #cellule staminali #cordone ombelicale
Condividi:

«Il servizio di Sky è piuttosto datato ma di interesse per le tematiche che solleva. Da tempo ci battiamo (e ci siamo battuti contro Smart Cells, nostro ex partner commerciale) perché il mondo delle biobanche sia più trasparente possibile e perché la difficoltà  della scienza non costituisca in alcun caso un comodo scudo per interessi privati. Dopo tre anni abbiamo notato che in molti hanno seguito il nostro esempio di certificare l’esito della raccolta di staminali cordonali, anche se non sempre con completezza. Speriamo che questi eventi aiutino l’industria a crescere in modo corretto. Quanto al rapporto con Smart Cells, esso è cessato e nei prossimi due giorni lo annunceremo ufficialmente (è qualche settimana che trapelano indiscrezioni, comunque il nostro nuovo sito già  da tempo non menziona più Smart Cells). Tale cessazione dipende sia da diverse vedute tra noi (che siamo del tutto allineati con le politiche di qualità  del laboratorio BioVault) e Smart Cells, oltre che da un nuovo assetto normativo in vigore in Inghilterra: da venerdì p.v. le società  di c.d. procurement di sangue cordonale: a) se si trovano in Inghilterra devono avere una licenza dell’HTA (Human Tissue Authority); b) se si trovano all’estero devono essere sotto il diretto controllo della Banca dei Tessuti e aver posto in essere procedure di qualità  e service level agreement debitamente validati. SmartBank ha invece consolidato la propria relazione con BioVault, che dal 2002 forniva a Smart Cells (oltre che a Virgin Health e al Servizio Sanitario Nazionale Inglese) il servizio di processamento e crioconservazione, mettendo insieme appositi protocolli di qualità  e sicurezza.»

Avv. Alessandro M. Lerro Managing Director

La Smart Bank ovviamente è disponibile per rispondere a ulteriori dubbi o domande. [maggiori informazioni]

Publicato: 1/7/2008Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

infarto cuore

Molecola rigenera il cuore

Sintetizzata una nuova molecola (HBR) capace di rigenerare il cuore immediatamente dopo l’infarto e aumentare l’efficacia del successivo trapianto di cellule staminali. La rivoluzionaria molecola è in grado di ridurre subito la mortalità  cellulare cardiaca prodotta dall’infarto e indurre la formazione di nuovi vasi coronarici insieme al reclutamento di cellule staminali endogene. Inoltre, è in… Continua a leggere Molecola rigenera il cuore

8/2/2010Bio Blog

Grandi speranze per le staminali da liquido amniotico

Nuove prospettive sul fronte delle cellule staminali: anche quelle prelevate dal liquido amniotico possono dare origine a ogni tipo di cellula che costituisce il corpo umano. La scoperta è stata riportata dalla rivista Oncogene e svela una maggiore potenzialità  degli elementi cellulari contenuti nel liquido rispetto a quanto inizialmente pensato. La sua applicazione potrebbe aumentare… Continua a leggere Grandi speranze per le staminali da liquido amniotico

28/11/2009Bio Blog

Convegno: Cellule staminali feto-placentari

Nel convegno svolto lo scorso sabato, organizzato dal Bioscience Institute in collaborazione con la Fondazione Cure, si è parlato di cellule staminali a tutto campo, dai loro impieghi nella scienza, i traguardi raggiunti e la realtà  italiana tra leggi mancanti e società  che speculano sulla conservazione delle cellule prelevate dal cordone ombelicale. A tal proposito… Continua a leggere Convegno: Cellule staminali feto-placentari

27/10/2009Bio Blog

Cellule staminali feto-placentari

Si svolegerà  a Milano il 24 ottobre, presso l’Auditorium Gio Ponti, il convegno organizzato dalla Bioscience Foundation in collaborazione con la Fondazione Cure, sulle cellule staminali feto-placentari. Il rivoluzionario ingresso in medicina di cellule in grado di rigenerare tessuti e organi è al centro di un acceso dibattito scientifico ma anche politico ed etico. Nel… Continua a leggere Cellule staminali feto-placentari

22/10/2009Bio Blog