Quantcast
Nuovo apparecchio per la diagnosi dei reflussi gastroesofagei | BioBlog

Nuovo apparecchio per la diagnosi dei reflussi gastroesofagei

Categoria: Apparecchiature Archivio Gadgets Medici
Tag: #Apparecchiature #esami #gastrite #reflusso gastroesofageo
Condividi:

Un nuovo apparecchio permetterà  di studiare nell’arco di 24 ore il livello di acidità  dei gas presente nei condotti orofaringei. Questo piccolo e poco invasivo strumento aiuterà  il medico a diagnosticare eventualmente un reflusso gastroesofageo. Fino ad oggi la diagnosi avveniva in base all’analisi e alla constatazione empirica di particolari sintomi senza fare analisi approfondite che avvalorassero quanto supposto. Il Restech Dx-pH Measurement System, questo il nome del piccolo marchingegno, viene inserito per via trans nasale, è simile ad un minuscolo catetere collegato ad un altrettanto piccolo computerino della grandezza di un lettore mp3. La diagnosi viene effettuata nell’arco di 24 ore, arco di tempo in cui viene rilevato da un sensore posto all’estremità  del tubicino il ph delle vie aeree, questi valori vengono inviati al computerino, che registra le informazioni che poi il medico stamperà  su carta e studierà . La novità  di questa diagnosi è la possibilità  e anche la capacità  di rilevare il ph non solo delle sostanze liquide ma anche di quelle gassose! Ancora una volta l’America ci stupisce! Sarà  quindi possibile utilizzare questo mezzo diagnostico e accertarsi sulle proprie condizioni di salute qualora si presentassero in maniera ricorrente, faringiti, laringiti, sinusiti. La gravità  e soprattutto la sicurezza riguardo la presenza del disturbo permetterà  di risolvere in maniera mirata e sicura il problema con dei farmaci appropriati. L’autorizzazione all’uso è stata concessa al gruppo di ricercatori americani che hanno prodotto il rilevatore, chissà  se verrà  introdotto anche in Italia e in che tempi. [Fonte MedGadget]

Publicato: 9/2/2009Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

GE Healthcare lancia Vscan

GE Healthcare, la divisione medicale di General Electric, ha presentato in anteprima assoluta per l’Italia VscanTM, ecografo piccolo come uno smart phone. VscanTM utilizza una tecnologia di ultimissima generazione che permette ai medici di visualizzare in maniera non invasiva e immediata quello che accade all’interno del corpo umano. Realmente tascabile, VscanTM può essere trasportato facilmente… Continua a leggere GE Healthcare lancia Vscan

23/3/2010Bio Blog

Laringe artificiale per tornare a parlare

Grazie a un touch sensors la CompleteSpeech (Orem, Utah) ha realizzato un dispositivo, soprannominato Palatometer (in italiano potrebbe essere chiamato “Palatometro“) in grado di “percepire” il contatto della lingua sul palato durante la parlata. Il dispositivo è stato progettato espressamente per le persone mute o con difficoltà  nel parlare per ridarle nuova voce. Solo negli… Continua a leggere Laringe artificiale per tornare a parlare

5/12/2009Bio Blog

Clinica del sonno a casa tua

Le persone che soffrono di disturbi del sonno sono molte, tanti non sanno minimamente di soffrirne. La sapienza comune riconosce solo l’insonnia o l’ipersonnia come disturbo legato al sonno, mentre pochi sanno che il sonno se qualitativamente scarso produce gravi ripercussioni metaboliche e dinamiche sul nostro corpo. Il sonno è composto da 4 fasi NREM… Continua a leggere Clinica del sonno a casa tua

15/6/2009Bio Blog

Pubblicare su Twitter col pensiero

Twitter è un servizio molto seguito – soprattutto negli States – di microblogging che permette agli utenti di mandare aggiornamenti al proprio status con messaggi di testo, lunghi non più di 140 caratteri, dal il sito stesso oppure via SMS, e-mail, ma anche tramite varie applicazioni basate sulle API di Twitter, come quella realizzata da… Continua a leggere Pubblicare su Twitter col pensiero

27/4/2009Bio Blog