Quantcast
Tutta le novità  sul fronte pedofilia | BioBlog

Tutta le novità  sul fronte pedofilia

Categoria: Archivio Dossier
Tag: #bambini #pedofilia
Condividi:

Recenti studi hanno dimostrato che la pedofilia dipende da un’anomalia del cervello. In realtà  i pedofili effettivi non sono moltissimi il numero oscilla tra l’1% e il 4% della popolazione mondiale, il problema è piuttosto questa propensione verso i più piccoli e la carente attrazione verso l’adulto. Da cosa dipende tutto questo? Inizialmente si pensava che la pedofilia si sviluppasse durante l’adolescenza con le stesse dinamiche che portano il maschio a scoprire la donna e viceversa e con la stessa dinamica che porta gli omosessuali a scoprire l’attrazione per persone dello dello stesso sesso. La pedofilia come si è scoperto in seguito è estranea a qualunque tipo di influenza sociale, nè tanto meno può essere ricondotta ad abusi in età  infantile, la gran parte dei pedofili infatti non ha subito alcun tipo di violenza. Il dilemma si sciolse nel 2003, quando un uomo venne ricoverato in ospedale per un fortissimo mal di testa, in quel periodo si era lasciato andare a comportamenti pedofili, cosa che mai era successa prima dello scoppio di questo mal di testa. Si scoprì poi che l’uomo aveva un tumore al cervello, asportato il tumore, l’uomo riprese la sua vita normale e non compì più atti di pedofilia. Come si spiega? Il caso ha scatenato numerose ricerche ed esperimenti, tra cui quello di studiare la corteccia orbitofrontale di 18 soggetti pedofili e di 24 soggetti tra etero e omosessuali, è venuto fuori che gli individui pedofili presentavano in questa zona come in altre, un ridotto numero di cellule cerebrali, in misura pari al 2 o 4% in meno! I pedofili presenterebbero quindi delle anomalie a livello cerebrale, tuttavia alcuni riuscirebbero a controllare questa pulsione altri no e questo spiega il caso del signore con il tumore al cervello. Se la pedofilia è dunque un’anomalia questa può essere curata o per lo meno arginata. Quando non basta l’autocontrollo si può ricorrere a: – Antidepressivi, per controllare i disturbi ossessivo compulsivi e le pulsioni sessuali –Triptorelina per impedire la produzione di testosterone che scatena il desiderio sessuale – Antiandrogeni impediscono anch’essi la produzione di ormoni. Il fatto che si sia giunti a questo punto apre una nuova frontiera riguardo le infinite capacità  del cervello umano.

Publicato: 15/1/2009Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

All’asilo con i probiotici

Un po’ di yogurt può proteggere i bambini dalle infezioni. Basta un semplice ingrediente in più, il Lactobacillus casei, aggiunto dai ricercatori dell’università  di Georgetown durante l’analisi medica DRINK, mirata a ridurre i tassi di malattie infettive nei bambini, i cui risultati sono stati pubblicati sulle pagine dell’European Journal of Clinical Nutrition. I ricercatori, guidati… Continua a leggere All’asilo con i probiotici

21/5/2010Bio Blog

Sequestro del prodotto per bambini “Nimbus”, un errore

Negli ultimi 10 giorni erano in corso di esecuzione in varie ASL d’Italia ordini di sequestro per il prodotto nutraceutico per bambini “NIMBUS”, un coadiuvante nutrizionale per bambini distribuito da Nutrigea, utile per bilanciare efficacemente deficit di attenzione ed iperattività  dei più piccoli. Il Ministero Salute aveva attivato misure restrittive per una presunta mancata notifica… Continua a leggere Sequestro del prodotto per bambini “Nimbus”, un errore

11/12/2009Bio Blog

Violenti ma dolci

Le mamme e i papà  devono sapere che prima di arrendersi a biscottini dai nomi soavi, a merendine dalle morbide forme, stanno esponendo i loro bimbi al rischio di diventare dei bruti, da adulti. Lo sostiene un gruppo di ricercatori britannici dell’Università  di Cardiff, il cui studio è stato pubblicato sul British Journal of Psychiatry. Al centro… Continua a leggere Violenti ma dolci

17/11/2009Bio Blog

Un Sms per i bambini malati

L’Associazione Dynamo Camp Onlus lancia dal 4 al 24 maggio 2009 la campagna solidale “Regala a un bambino malato una vacanza indimenticabile a Dynamo Camp”. L’obiettivo è quello di raccogliere fondi per contribuire ad ospitare gratuitamente per una settimana 300 bambini affetti da patologie onco-ematologiche, donando loro la possibilità  di trascorrere una vacanza estiva spensierata.… Continua a leggere Un Sms per i bambini malati

5/5/2009Bio Blog