Quantcast
MyLabTM Twice e O-scan: la nuova frontiera della diagnostica per immagini | BioBlog

MyLabTM Twice e O-scan: la nuova frontiera della diagnostica per immagini

o-scan mri
Categoria: Apparecchiature Archivio Biotecnologie Mediche Dispositivi diagnostici Esami non invasivi
Tag: #diagnostica a immagini #ultrasuoni. risonanza magnetica
Condividi:

Le ultime novità  nel campo della diagnostica per immagini arrivano da Vienna, dove la Società  Europea di Radiologia ha fissato l’appuntamento annuale per gli esperti del settore, l’European Congress of Radiology. L’imperativo? Unire la praticità  ad un elevato livello di prestazioni, come dimostrato dalle proposte di Esaote, gruppo leader nel settore delle apparecchiature biomedicali, che ha presentato due nuove soluzioni diagnostiche nell’ambito degli ultrasuoni e della risonanza magnetica, MyLabTM Twice e O-scan. MyLabTM Twice combina la migliore tecnologia disponibile in questo momento nel campo degli ultrasuoni ai più elevati livelli di ergonomicità . E’ dotato di uno scanner a ultrasuoni maneggevole e pratico da utilizzare, che permette di acquisire le informazioni cliniche ovunque sia richiesto. In caso di necessità  è anche possibile inviare i dati a una stazione di lavoro remota attraverso un sistema wireless. Questa semplicità  di utilizzo, unendo efficienza e produttività , permette diagnosi veloci e fa di MyLabTM Twice uno strumento particolarmente utile nelle unità  di cura intensive e nei reparti di emergenza. Sul fronte dell’imaging a risonanza magnetica, O-scan offre, invece, prestazioni di alta qualità  a costi contenuti. L’unità  ha dimensioni ridotte, può essere installata in uno spazio inferiore a 10 metri quadrati e pone particolare attenzione al paziente, che ha a sua disposizione una postazione comoda. O-scan è dotato di un nuovo magnete, molto compatto, una nuova piattaforma SW, protocolli pre-programmati e tecnologia Dual Phased Array con preamplificatori integrati. Facile da usare, aumenta la qualità  delle immagini mantenendosi competitivo dal punto di vista economico, dati i ridotti costi di utilizzo e di manutenzione. “Siamo molto orgogliosi di presentare questi nuovi sistemi, che unendo alte prestazioni e produttività , rappresentano la risposta giusta alla richiesta di un’assistenza sanitaria sostenibile”, ha affermato Fabrizio Landi, direttore generale di Esaote. Le prestazioni offerte da MyLabTM Twice e O-scan cercano di rispondere alle esigenze delle strutture ospedaliere, dove efficienza e produttività  sono ugualmente importanti e aumento e cambiamenti delle necessità  cliniche chiedono alle apparecchiature medicali di essere sempre più performanti, facili da utlizzare e, oggi più che mai, innovative.

Publicato: 12/3/2010Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Occhiali video myvu Crystal

Grazie allo store TecnologieCreative.it abbiamo avuto la possibilità  di testare sul campo gli occhiali video myvu Crystal. Oltre alle funzioni già  presenti nelle precedenti versione del prodotto, il nuovo modello Crystal 701 fornisce una risoluzione paragonabile alla VGA (640×480) offrendo schermo virtuale ancora più grande per una esperienza con la qualità  del DVD. A differenza… Continua a leggere Occhiali video myvu Crystal

6/4/2009Bio Blog

FiatLux, visualizzazione immagini biomediche

La Fiatlux Imaging, una società  che ha ricevuto lo scorso agosto l’approvazione da parte della FDA per il loro software di rendering, ha realizzato una nuova soluzione per clinici. Il nuovo prodotto è un sistema di visualizzazione di immagini biomediche provenienti da TAC, risonanza magnetica e radiografie, installato su un dispositivo della Philips. CliniScape mobile… Continua a leggere FiatLux, visualizzazione immagini biomediche

25/3/2009Bio Blog

Molecola per individuare l’ossigeno reattivo nei tessuti

Ricercatori del Georgia Institute of Technology hanno sviluppato un tracciante fluorescente chiamato idrocianina. Questa molecola è capace di individuare, in maniera quantitativa, la presenza di ossigeno in forma altamente reattiva (ROS), implicato in diversi processi di tipo infiammatorio oltre al cancro ed aterosclerosi. Delle 40 potenziali idrocianine, ad oggi, ne sono state create 6, che… Continua a leggere Molecola per individuare l’ossigeno reattivo nei tessuti

5/1/2009Bio Blog

Immagini dalla mente

I ricercatori dell’ATR Computational Neuroscience Laboratories (Giappone) hanno sviluppato un nuovo metodo per analizzare il cervello in grado di ricostruire le immagini nella mente, come una sorta di lettura del pensiero. Le immagini prodotte vengono poi visualizzate su un monitor. La macchina, secondo quanto riportato dagli scienziati, potrà  presto “osservare” i sogni delle persone mentre… Continua a leggere Immagini dalla mente

15/12/2008Bio Blog