Quantcast
Luna ed epilessia, ecco il legame biologico | BioBlog

Luna ed epilessia, ecco il legame biologico

Categoria: Archivio Biotecnologie Mediche ormoni Patologie
Tag: #epilessia #luce #luna #melatonina
Condividi:

Melatonina e luna piena: sarebbe questa la ricetta per contrastare le crisi epilettiche. Ad affermarlo sono i ricercatori dell’Istituto di Neurologia dell’University College di Londra, che hanno dimostrato che il numero delle crisi epilettiche diminuisce quando la luna è nella sua fase di massimo splendore. Le basi biologiche di questo effetto potrebbero risiedere nel cosiddetto ormone del sonno, la melatonina, che è inibito proprio dalla luce. La notizia dello studio, coordinato da Sallie Baxendale, è stata riportata dalla testata inglese Daily Mail e ha permesso di chiarire ulteriormente l’ipotesi della correlazione tra le manifestazioni dell’epilessia e la quantità  di luce presente nell’ambiente. Le crisi epilettiche sono dovute a scariche elettriche anomale nelle cellule del sistema nervoso. Fra i principali fattori che favoriscono queste anomalie vi sono farmaci, dorghe o alcool, febbre, traumi cerebrali, tumori, carenza di sonno e fattori genetici e metabolici spesso ignoti. Inoltre, una recente ricerca condotta dalla stessa Baxendale aveva dimostrato che nelle giornate soleggiate gli episodi epilettici sono meno frequenti, suggerendo una prima correlazione tra la quantità  di luce e le manifestazioni dell’epilessia. Il nuovo studio ha esaminato le caratteristiche delle crisi epilettiche notturne e ha confrontato i dati con quelli della luminosità  lunare, concludendo che durante le fasi di luna piena il numero di attacchi sono inferiori. Secondo Baxendale “questi risultati suggeriscono che le crisi epilettiche siano meno probabili nelle notti più luminose”. I ricercatori ritengono che ciò potrebbe essere dovuto alla quantità  di melatonina prodotta dall’organismo. Infatti nei pazienti affetti da epilessia i livelli di questo ormone, generalmente bassi, aumentano subito dopo le crisi; è stato, quindi, da tempo ipotizzato che la melatonina possa svolgere un ruolo protettivo nei confronti di questa patologia. Durante le notti più luminose le crisi epilettiche sarebbero meno frequenti proprio perché l’ormone è inibito dalla luce. Fonte: Daily Mail

Publicato: 27/11/2009Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Il manganese e l’epilessia

Il manganese è un minerale, la cui importanza spesso è stata sottovalutata dalla medicina ufficiale, ma in realtà  diversi sono stati gli studi che hanno dimostrato la sua importanza nello sviluppo organico e nel metabolismo. Esso è presente principalmente nei legumi, cereali integrali e frutta secca. Già  a partire dagli anni Settanta in poi sono… Continua a leggere Il manganese e l’epilessia

4/12/2009Bio Blog

Epilessia del lobo temporale: nuova cura

Una recente ricerca italiana accende nuove speranze per i casi di epilessia resistente ai farmaci. Lo studio, pubblicato su ‘Pnas’, organo ufficiale dell’Accademia nazionale delle scienze Usa, e’ firmato dai ricercatori del Dipartimento di fisiologia e farmacologia dell’universita’ Sapienza di Roma, coordinati da Fabrizio Eusebi, in collaborazione con il Centro di neurochirurgia ‘Neuromed’ del Molise… Continua a leggere Epilessia del lobo temporale: nuova cura

24/9/2009Bio Blog

Malattia di Dent

Nuova luce sui meccanismi alla base della malattia di Dent, una rarissima disfunzione dei reni di origine genetica. Uno studio pubblicato su Embo Journal ha chiarito diversi aspetti del funzionamento della proteina CLC-5, che si altera nelle persone che soffrono di questa patologia. All’interno dei tubuli renali, la proteina CLC-5 regola il passaggio degli ioni… Continua a leggere Malattia di Dent

7/9/2009Bio Blog

Identificato il gene responsabile dell’epilessia catastrofica

Una forma estremamente grave di epilessia, detta catastrofica, causa forti spasmi muscolari, persistenti grippaggi (cioè cambiamenti nella situazione elettrofisiologica del cervello), ritardo mentale e, a volte, autismo. Uno studio compiuto da ricercatori del Baylor College of Medicine di Houston ha dimostrato che la causa scatenante è una mutazione nel gene Aristaless-related homeobox (ARX). La ricerca,… Continua a leggere Identificato il gene responsabile dell’epilessia catastrofica

15/7/2009Bio Blog