Quantcast
Defibrillatore in ogni comune | BioBlog

Defibrillatore in ogni comune

Categoria: Apparecchiature Archivio Gadgets Medici News in pillole dal Mondo
Tag: #Apparecchiature #cuore #defibrillatore #salute
Condividi:

Il Verbano – Cusio – Ossola sarà  la prima provincia italiana dove ci sarà  un defibrillatore in ogni Comune. Il progetto “Emergenza cuore”, di cui sotto trovate il comunicato stampa, è stato voluto dall’associazione “Amici del cuore VCO” e presto diverrà  realtà . La notizia -almeno dal mio punto vista- è molto interessante perché è da anni che promuovo tali iniziative. Per caso qualcuno ha più sentito parlare del progetto che avrebbe dovuto portare un defibrillatore in tutti i luoghi pubblici con grossa affluenza di gente? A quanto mi risulta l’unico progetto andato in porto è quello del Carrefour. L’iniziativa assume un significato particolare in considerazione delle caratteristiche del territorio, che è prevalentemente montano e costellato da piccoli centri, spesso notevolmente distanti dai presidi ospedalieri ed è noto che un uso tempestivo (e opportuno) del defibrillatore, può in certi casi rivelarsi un salvavita. Di seguito la nota redatta dalla presidente dell’associazione; professoressa Franca Olmi “E un traguardo è stato raggiunto. Mercoledì 16 luglio, alle ore 11 presso il teatro di Ornavasso”, vengono consegnati ai Sindaci della ASL VCO i defibrillatori semiautomatici salva- vita, alla presenza dell’Assessore alla Salute della Regione Piemonte, Eleonora Artesio Questo avviene a un anno di distanza dalla riunione in Prefettura, presieduta dal prefetto Domenico Cuttaia, promossa dagli Amici del Cuore, rivolta ai Sindaci, e relativa all’impegno di dotare di defibrillatori ogni comune come previsto dal progetto “Emergenza CuoreVCO”. Gli Amici del Cuore sono soddisfatti: era quello che volevano. Siamo la prima Provincia in Italia ad organizzare l’uso dei defibrillatori in tutti i Comuni,, cosa particolarmente utile in un territorio montano come il nostro. Il progetto Emergenza Cuore è stato ideato dal Dipartimento di Cardiologia ed Emergenza della ASL VCOe dal 118 sotto la guida del primario Enzo Bianchi, coadiuvato dai cardiologi Giulano Folini dell’ospedale San Biagio di Domodossola e Renato Glenzer dell’ospedale Castelli di Verbania. Ed è stato promosso dall’Associazione onlus Amici del Cuore” e finanziato dalla Compagnia San Paolo grazie all’interessamento di Luigi Terzoli , in quel momento componente del Consiglio di Amministrazione. Degli 82 Comuni della ASL VCO, di cui sette insistono sulla fascia di confine della Provincia di Novara, 70 hanno già  aderito all’iniziativa ed individuato i volontari che hanno già  partecipato ai corsi di formazione, previsti dalla legge, presso la struttura del 118 a Premosello, sotto la direzione del dott. Paolo Gramatica Ai cardiologi Giuliano Folini e Renato Glenzer, componenti del Consiglio Direttivo dell’Associazione Amici del Cuore, è spettato inoltre l’importante compito, volontariamente assunto, di sensibilizzare e informare specificatamente i Sindaci sull’uso dei defibrillatori durante più riunioni promosse appositamente dalle Comunità  Montane, su richiesta degli Amici del Cuore. A proposito dei corsi di formazione è giusto ricordare con quale impegno hanno svolto l’attività  di organizzarli Gabriella Cerni, segretaria del Divisione di Cardiologia, e Laura Irico coordinatrice del 118. Ora la consegna e la gestione dei defibrillatori è passata, per legge, alla competenza della Asl . Quindi gli Amici del Cuore passano il “Testimone”, certi di non essere dimenticati dalla ASL sia per la gestione dei defibrillatori sia per il completamento del progetto che prevede l’istituzione del Laboratorio di Emodinamica per evitare ai pazienti il disagio e il pericolo di non arrivare in tempo utile all’Ospedale più vicino che è quello di Novara. Per quanto riguarda il Laboratorio di Emodinamica è da evidenziare che siamo l’unica provincia in Piemonte ad esserne privi. Gli Amici del Cuore intendono continuare il loro impegno coinvolgendo al problema dei defibrillatori le Forze dell’Ordine e successivamente i privati, soprattutto Banche, grandi Alberghi, Supermercati, Società  Sportive, Fabbriche, i luoghi, in genere, particolarmente frequentati. A tal fine saranno utilizzate le elargizioni che sono pervenute, tra le quali quella particolarmente consistente dei giovani Leo dell’Ossola e del Cusio”. [via comunicati-stampa]

Publicato: 18/7/2008Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

GE Healthcare lancia Vscan

GE Healthcare, la divisione medicale di General Electric, ha presentato in anteprima assoluta per l’Italia VscanTM, ecografo piccolo come uno smart phone. VscanTM utilizza una tecnologia di ultimissima generazione che permette ai medici di visualizzare in maniera non invasiva e immediata quello che accade all’interno del corpo umano. Realmente tascabile, VscanTM può essere trasportato facilmente… Continua a leggere GE Healthcare lancia Vscan

23/3/2010Bio Blog

Laringe artificiale per tornare a parlare

Grazie a un touch sensors la CompleteSpeech (Orem, Utah) ha realizzato un dispositivo, soprannominato Palatometer (in italiano potrebbe essere chiamato “Palatometro“) in grado di “percepire” il contatto della lingua sul palato durante la parlata. Il dispositivo è stato progettato espressamente per le persone mute o con difficoltà  nel parlare per ridarle nuova voce. Solo negli… Continua a leggere Laringe artificiale per tornare a parlare

5/12/2009Bio Blog

Clinica del sonno a casa tua

Le persone che soffrono di disturbi del sonno sono molte, tanti non sanno minimamente di soffrirne. La sapienza comune riconosce solo l’insonnia o l’ipersonnia come disturbo legato al sonno, mentre pochi sanno che il sonno se qualitativamente scarso produce gravi ripercussioni metaboliche e dinamiche sul nostro corpo. Il sonno è composto da 4 fasi NREM… Continua a leggere Clinica del sonno a casa tua

15/6/2009Bio Blog

Pubblicare su Twitter col pensiero

Twitter è un servizio molto seguito – soprattutto negli States – di microblogging che permette agli utenti di mandare aggiornamenti al proprio status con messaggi di testo, lunghi non più di 140 caratteri, dal il sito stesso oppure via SMS, e-mail, ma anche tramite varie applicazioni basate sulle API di Twitter, come quella realizzata da… Continua a leggere Pubblicare su Twitter col pensiero

27/4/2009Bio Blog