Quantcast
Un frutto per combattere il cancro al seno | BioBlog

Un frutto per combattere il cancro al seno

bitter melon
Categoria: Archivio Cancro Rimedi naturali
Tag: #alimenti #apoptosi #bitter melon #Cancro #cancro al seno #tumore
Condividi:

L’estratto di bitter melon (Momordica charantia), un vegetale molto diffuso in India e Cina sembrerebbe in grado di favorire la morte delle cellule di cancro della mammella e di prevenirne la proliferazione. Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori americani capitanati Ratna Ray, professore presso il dipartimento di Patologia dell’Università  di Saint Louis. Lo studio, pubblicato sulla rivista Cancer Research, è stato condotto utilizzando colture di cellule tumorali umane le quali in seguito all’aggiunta dell’estratto di bitter melon, mostravano una ridotta capacità  replicativa e un aumento della mortalità . Nonostante non siano ancora noti i target molecolari della Momordica charantia è probabile che essa possa interferire con le diverse vie di trasduzione del segnale che causano la morte della cellula. Nelle cellule tumorali trattate, infatti, è stato riscontrato un aumento delle caspasi (proteine che inducono la morte cellulare programmata, l’apoptosi) e la diminuzione delle cicline, indispensabili per la replicazione delle cellule. à‰ probabile dunque che il bitter melon moduli anche il ciclo cellulare cioè il processo tramite il quale una cellula si divide in due. Gli effetti del bitter melon dovranno essere studiati ora in modelli animali e dopo, eventualmente, negli umani. Sebbene dunque i risultati siano incoraggianti le ricerche sono solo all’inizio. “Dovremo concentrare gli studi in quelle popolazioni che, nonostante consumino abitualmente il bitter melon, presentano comunque un’elevata incidenza di cancro al seno” ha spiegato Ray che, attualmente, insieme ai suoi colleghi conduce studi su altre linee cellulari esaminando le capacità  anti-proliferative del frutto Da: Bitter Melon (Momordica charantia) Extract Inhibits Breast Cancer Cell Proliferation by Modulating Cell Cycle Regulatory Genes and Promotes Apoptosis Ratna B. Ray1,2, Amit Raychoudhuri1, Robert Steele1 and Pratibha Nerurkar3 Authors’ Affiliations: Departments of 1 Pathology and 2 Internal Medicine, Saint Louis University, St. Louis, Missouri and 3 Laboratory of Metabolic Disorders and Alternative Medicine, University of Hawaii, Honolulu, Hawaii

Publicato: 6/4/2010Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Souvenaid

Souvenaid, una nuova bevanda contro l’Alzheimer

Si chiama Souvenaid la nuova bevanda sperimentale messa a punto dalla Rush University Medical Center di Chicago. Souvenaid potrebbe essere in grado di limitare le carenze mnemoniche dei pazienti ai primi stadi della malattia o con una moderata di Alzheimer. Saranno 500 i pazienti sottoposti a questa nuova sperimentazione, queste persone verranno distribuite in 40… Continua a leggere Souvenaid, una nuova bevanda contro l’Alzheimer

5/3/2010Bio Blog

Ridurre il colesterolo con latte fermentato

I latti fermentati addizionati di fitosteroli sono in grado di abbattere di circa il 10% il livello di colesterolo cattivo in soggetti con moderata ipercolesterolemia. Lo dimostra la prima metanalisi compiuta su circa 400 persone che ha analizzato i risultati di 3 lavori già  pubblicati in letteratura sull’effetto di un latte fermentato con aggiunta di… Continua a leggere Ridurre il colesterolo con latte fermentato

19/6/2009Bio Blog

Le promesse del Golden Rice

Potrykus, biologo tedesco ormai prossimo alla pensione e Beyer, biologo e biochimico, nel 1999 sono riusciti a creare il Golden Rice. Il Golden Rice, chiamato così per il suo colore tendente all’oro, è un riso geneticamente modificato, che potrebbe salvare la vita a migliaia di persone nel terzo mondo. Quindici anni di sperimentazione per tentare… Continua a leggere Le promesse del Golden Rice

17/1/2009Bio Blog

Malattie cardiovascolari e alimentazione

Una dieta ricca di grassi, che apporta più del 30% del valore energetico totale, può provacare malattie cardiovascolari. Nel nostro sangue circolano le lipoproteine, costituite da numerose molecole di colesterolo e di altri grassi, per meglio dire lipidi. Questi lipoproteine possono essere a bassa densità  LDL o ad alta densità  HDL, queste sigle vi faranno tornare… Continua a leggere Malattie cardiovascolari e alimentazione

19/12/2008Bio Blog