Quantcast
Raggi X dal nastro adesivo | BioBlog

Raggi X dal nastro adesivo

Categoria: Archivio Dossier Foto e illustrazioni News in pillole dal Mondo
Tag: #foto #raggi x #ricerca #triboluminescenza
Condividi:

John Escobar, assieme ai colleghi della UCLA, ha dimostrato che una semplice azione di srotolamento di un normalissimo rotolo di nastro adesivo all’interno di un dispositivo capace di creare il vuoto è in grado di generare sufficienti raggi X per ottenere un’immagine del mignolo di una mano. Come affermato da Escobar: «L’esperimento potrebbe spaventare molte persone che maneggiano spesso del nastro adesivo, ma non vi è alcun motivo visto e considerato che l’emissione di raggi X avviene solo nel vuoto». Il fenomeno osservato è già  noto alla scienza col nome di triboluminescenza, un particolare tipo di luminescenza che si manifesta in alcuni materiali quando vengono sottoposti a sforzi meccanici ad esempio schiacciandoli, graffiandoli o sfregandoli. Il fenomeno della triboluminescenza fu scoperto accidentalmente alla fine del XVIII secolo durante la raffinazione dello zucchero. In particolare, vennero notate piccole scintille di luce visibile durante la frantumazione di grossi cristalli di zucchero. La prima registrazione del fenomeno è attribuita allo studioso inglese Francis Bacon che annotò in The Advancement of Learning di aver notato un bagliore frantumando sempre un blocco di zucchero di canna già  nel 1605. Escobar ha così deciso di approfondire degli studi effettuati, sempre sul nastro adesivo, da un team russo nel 1953, rilevando con sorpresa picchi energetici. [via neatorama | maggiori informazioni]

Publicato: 24/10/2008Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

natura

Effetto placebo nell’arte

Foto naturalistiche e riproduzioni di opere d’arte entrano nei luoghi ospedalieri e portano una ventata di speranza che aumenta la fiducia e infonde un generale benessere rispetto ad ambienti spogli. A dimostrarlo un’indagine italiana multicentrica, condotta in reparti oncologici italiani, presentata oggi in anteprima a Firenze, sede del primo esperimento “artistico”. Preferiti i paesaggi di… Continua a leggere Effetto placebo nell’arte

6/4/2010Bio Blog

Virus 3D con microscopio a risonanza magnetica

Un team di ricercatori, presso l’Almaden Research Center a San Jose, ha usato una tecnica di imaging che sfrutta la risonanza magnetica per fotografare le tre dimensioni del Virus del mosaico del tabacco con una risoluzione spaziale di 4 nanometri. Nel dettaglio il gruppo di scienziati ha combinato un microscopio ultrasensibile a risonanza magnetica (MRFM,… Continua a leggere Virus 3D con microscopio a risonanza magnetica

19/1/2009Bio Blog

IN Cell Image Competition

IN Cell Analyzer è una piattaforma per l’analisi a livello cellulare che si avvale di immagini basata su strumentazione a alto livello. Questo permette ai ricercatori di ottenere immagini confocali ad alta qualità  in alta risoluzione in modo rapido per procedere velocemente nelle ricerche. IN Cell Competition è una gara alla quale hanno partecipato molti… Continua a leggere IN Cell Image Competition

14/1/2009Bio Blog

Torre della ricerca – foto

Pubblichiamo le foto scattate alla manifestazione della posa della prima pietra della Torre di Ricerca, finanziata dalla Associazione Onlus Città  della Speranza. Vi segnalo l’ultima foto in cui ho fatto autografare una copia del libro “Tra Cuore e Mente” alla giornalista Cesara Buonamici. Tra Cuore e Mente è un libro di aforismi realizzato da oltre… Continua a leggere Torre della ricerca – foto

18/12/2008Bio Blog