Quantcast
Progetto cuore | BioBlog

Progetto cuore

Categoria: Apparecchiature Archivio Biotecnologie Mediche Dossier
Tag: #Apparecchiature #arresto cardiocircolatorio #cuore #defibrillatore #infarto #rianimazione cardiopolmonare
Condividi:

Chi ha visitato di recente la Repubblica di San Marino non può non aver notato il cartello qui a lato che indica chiaramente la presenza di un defibrillatore nelle vicinanze per soccorrere il più velocemente possibile le persone colpite da arresto cardiaco. II Progetto Cuore è un progetto pubblico promosso dalla Società  Sammarinese di Cardiologia, realizzato dalla Segreteria di Stato alla Sanità  e Sicurezza Sociale, Previdenza, Affari Sociali e Pari Opportunità , grazie al contributo economico della Fondazione San Marino, Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino – SUMS – che ha lo scopo di prevenire la morte improvvisa nel territorio della Repubblica di San Marino. La morte improvvisa è una delle cause principali di mortalità : ogni anno 1/1000 viene colpito da arresto cardiaco. Questo significa che in Italia questa epidemia silenziosa è causa di morte di circa 50.000 abitanti/anno”¨Nella Repubblica di San Marino lo studio di dati statistici evidenzia un importante incidenza della morte improvvisa come causa di mortalità : 25-30 casi/annui su una popolazione costituita da”¨30.000 residenti e”¨5000 italiani frontalieri”¨con una sopravivenza media del 1-2%. defibrillatore La sopravvivenza dopo arresto cardiaco extraospedaliero è fortemente influenzata dal tempo di defibrillazione, unica manovra efficace per trattare la fibrillazione ventricolare (FV) e la tachicardia ventricolare (TV). ”¨Il tempo che intercorre tra l’inizio della FV ed il primo shock elettrico è la variabile più importante nel determinare l’efficacia del trattamento. A San Marino è stata evidenziata l’importanza di installare queste “stazioni” in punti strategici del Paese a causa della particolare conformità : strade poco agevoli e trafficate nonché posti raggiungibili solo a piedi. La distanza dagli ospedali, molto spesso superiore ai 15 minuti di percorrenza con l’auto (al giorno d’oggi sempre più ospedali cittadini chiudono in favore di grandi ospedali in periferia), rende evidente la necessità  sul territorio di dispositivi mobili per la defibrillazione. La Fibrillazione Ventricolare è un aritmia mortale, ma reversibile. L’unico mezzo efficace per interrompere la fibrillazione ventricolare è erogare una scarica elettrica nel più breve tempo possibile. Il successo del trattamento è tuttavia strettamente legato alla rapidità  con cui esso viene applicato. Dopo 6-7 minuti, infatti, intervengono danni irreversibili al cuore e al cervello che possono compromettere per sempre la sopravvivenza del paziente anche se rianimato. defibrillatori san marino progetto cuore Nella Repubblica sanmarinese nei primi 5 anni di attività  del DAE (defibrillatore semiautomatico) sono stati raggiunti numerosi degli obiettivi preposti con importanti successi nell’organizzazione e coordinamento del soccorso nel territorio: ”¨Sono stati posizionati 40 dispositivi, in postazioni mobili e fisse (corpi militari, volontari, centri medici, industriali e commerciali) e nel 2006 attivate 3 postazioni TOTEM. La speranza è che anche in Italia si installino presto questi dispositivi salvavita nei luoghi pubblici, nei pressi di parchi, o in tutti quei luoghi oltre una certa distanza dalle strutture sanitarie.

Publicato: 7/1/2009Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

GE Healthcare lancia Vscan

GE Healthcare, la divisione medicale di General Electric, ha presentato in anteprima assoluta per l’Italia VscanTM, ecografo piccolo come uno smart phone. VscanTM utilizza una tecnologia di ultimissima generazione che permette ai medici di visualizzare in maniera non invasiva e immediata quello che accade all’interno del corpo umano. Realmente tascabile, VscanTM può essere trasportato facilmente… Continua a leggere GE Healthcare lancia Vscan

23/3/2010Bio Blog

Laringe artificiale per tornare a parlare

Grazie a un touch sensors la CompleteSpeech (Orem, Utah) ha realizzato un dispositivo, soprannominato Palatometer (in italiano potrebbe essere chiamato “Palatometro“) in grado di “percepire” il contatto della lingua sul palato durante la parlata. Il dispositivo è stato progettato espressamente per le persone mute o con difficoltà  nel parlare per ridarle nuova voce. Solo negli… Continua a leggere Laringe artificiale per tornare a parlare

5/12/2009Bio Blog

Clinica del sonno a casa tua

Le persone che soffrono di disturbi del sonno sono molte, tanti non sanno minimamente di soffrirne. La sapienza comune riconosce solo l’insonnia o l’ipersonnia come disturbo legato al sonno, mentre pochi sanno che il sonno se qualitativamente scarso produce gravi ripercussioni metaboliche e dinamiche sul nostro corpo. Il sonno è composto da 4 fasi NREM… Continua a leggere Clinica del sonno a casa tua

15/6/2009Bio Blog

Pubblicare su Twitter col pensiero

Twitter è un servizio molto seguito – soprattutto negli States – di microblogging che permette agli utenti di mandare aggiornamenti al proprio status con messaggi di testo, lunghi non più di 140 caratteri, dal il sito stesso oppure via SMS, e-mail, ma anche tramite varie applicazioni basate sulle API di Twitter, come quella realizzata da… Continua a leggere Pubblicare su Twitter col pensiero

27/4/2009Bio Blog