Quantcast
Polimeri nella terapia genica | BioBlog

Polimeri nella terapia genica

Categoria: Archivio Biotecnologie Mediche Genetica (DNA) Nanotecnologie Patologie
Tag: #gene #Polimero #terapia genica
Condividi:

Un biochimico prestato alla medicina, Robert Langer, ha compiuto un importantissimo passo avanti per la terapia genica tumorale. Non più virus come “vettori” per il trasferimento del materiale genetico terapeutico nella cellula malata, che può ovviamente infettare anche le cellule sane, ma un vasto archivio di cinquecento materiali polimerici diversi, assolutamente biodegradabili e biocompatibili, adattabili e personalizzati per ogni individuo. Si chiamano “nanocarriers” realizzati dal laboratorio di Langer, nel Dipartimento di ingegneria biochimica del MIT di Boston con le più sofisticate nanotecnologie. Potrebbero rappresentare la svolta risolutoria per una efficace terapia genica per correggere il gene difettoso e quindi guarire in modo pressoché definitivo o impedire l’insorgenza della malattia. In pratica, è una tecnologia medica basata sull’inserimento del materiale genetico curativo all’interno di una cellula malata. Uno degli ostacoli maggiori alla riuscita di questa terapia è proprio la difficoltà  ad individuare il giusto “vettore” che consenta questo “trasfettamento”, cioè cosa materialmente trasporta e inserisce il materiale genetico terapeutico nella cellula. I polimeri di Langer hanno inoltre dimostrato una tossicità  100 volte inferiore rispetto ai più comuni virus utilizzati nella terapia genica in sperimentazione nel mondo.

Publicato: 16/9/2008Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

cuio capelluto

Ecco il colpevole della caduta dei capelli: il gene APCDD1

Uno studio americano pubblicato su Nature, dimostra che il gene APCDD1, localizzato nel cromosoma 18, è il responsabile della  ipotricosi simplex ereditaria. La patologia è caratterizzata da una progressiva perdita di capelli dovuta ad un fenomeno chiamato miniaturizzazione del follicolo: i capelli si restringono e si rimpiccioliscono, finendo per essere sostituiti da una sorta di… Continua a leggere Ecco il colpevole della caduta dei capelli: il gene APCDD1

24/4/2010Bio Blog

Mutazione regola risposta all’insulina

Identificata una variazione genetica che influisce sulla risposta dei diabetici all’ormone insulina. Nelle persone con il diabete di tipo 2, infatti, certe mutazioni possono impedire al corpo di utilizzare l’insulina necessaria alla sopravvivenza. Questa scoperta potra’ aiutare gli scienziati a sviluppare nuove terapie per combattere la malattia. Sono state identificate nel passato numerose mutazioni genetiche… Continua a leggere Mutazione regola risposta all’insulina

14/9/2009Bio Blog

Il gene dei nani

Viene dai laboratori di Heidelberg la nuova spiegazione al perché alcuni individui sono molto più bassi della media. I ricercatori del team di Gudrun Rappold, direttore del Dipartimento di Genetica Molecolare Umana dell’Ospedale Universitario di Heidelberg, hanno individuato delle mutazioni all’interno delle porzioni di DNA che regolano l’espressione di SHOX (short stature homeobox gene), un… Continua a leggere Il gene dei nani

29/8/2009Bio Blog

Mallattia di Huntington: il ruolo delle proteine

La malattia di Huntington è una malattia rara degenerativa del sistema extrapiramidale che rientra nel gruppo delle sindromi ipercinetiche. La malattia è stata descritta nel 1872 da George Huntington. Tale patologia si presenta con caratteristiche quali ereditarietà , disturbi del movimento, fra cui còrea (dal greco, danza), disturbi cognitivi e del comportamento. L’età  d’esordio si colloca… Continua a leggere Mallattia di Huntington: il ruolo delle proteine

14/7/2009Bio Blog