Quantcast
Nanodiamanti per trasportare i farmaci chemioterapici | BioBlog

Nanodiamanti per trasportare i farmaci chemioterapici

Categoria: Archivio Cancro Dossier Farmaci Nanotecnologie
Tag: #Cancro #chemioterapia #diamanti #Farmaci #tumore
Condividi:

I ricercatori della Northwestern University hanno scoperto una nuova nanotecnologia basata sui nanodiamanti, in particolare la struttura purissima del carbonio con ibridizzazione sp3,  in grado di trasportare farmaci chemioterapici direttamente alle cellule, senza gli effetti negativi associati al passaggio degli stessi nell’organismo. Questo studio rappresenta di fatto la prima dimostrazione pratica dell’uso dei nanodiamanti come nuova specie di nano-biomateriali per il trasporto di farmaci molto “forti” impiegati nella cura dei tumori, tubercolosi e infezioni virali. I nanodiamanti sarebbero infatti in grado di raggiungere l’obiettivo, ad esempio un tessuto tumorale, celando al resto del corpo il farmaco. Un altro vantaggio, emerso da una serie di studi genetici, è che i nanodiamanti non provocano l’infiammazione delle cellule una volta rilasciato il farmaco. Al contrario i mezzi di trasporto attuali causano infiammazione che predispone il paziente a sviluppare nuovamente il tumore. In pratica, quello che hanno fatto i ricercatori è di manipolare singolarmente ogni diamante delle dimensioni di 2 nanometri di diametro per realizzare poi un cluster di nanodiamanti di dimensioni comprese tra i 50 e 100 nanometri per facilitarne l’inserimento (tramite iniezione) nell’organismo. In questo senso i nanodiamanti fungono da carrier (vettore) per il farmaco, il quale viene fatto aderire con delle tecniche biochime alla superficie. Al momento i ricercatori hanno testato con successo i nanodiamanti solo in colture cellulari di macrofagi di topo e cellule umane del carcinoma colon-rettale. In questi casi il farmaco, collocato sulla superficie dei nanodiamanti, si è comportato come auspicato. Inoltre, per validare la teoria della biocompatibilità  del biomateriale alcuni nanodiamanti non trattati sono stati posti in prossimità  di cellule umane, le quali sono cresciute bene senza mostrare fenomeni di apoptosi, tossicità  e infiammazione. [via nanowerk]

Publicato: 13/10/2007Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

bisturi sonoro

Proiettili sonori per colpire il cancro

Arriva dalla California, ma da nomi che rievocano l’Italia, la nuova speranza per il trattamento del cancro. Alessandro Spadoni e Chiara Daraio, ricercatori del California Institute of Technology di Pasadena, hanno messo a punto un sistema di lenti acustiche non lineari in grado di produrre impulsi sonori compatti che potrebbe essere utilizzato per produrre un… Continua a leggere Proiettili sonori per colpire il cancro

13/4/2010Bio Blog
bitter melon

Un frutto per combattere il cancro al seno

L’estratto di bitter melon (Momordica charantia), un vegetale molto diffuso in India e Cina sembrerebbe in grado di favorire la morte delle cellule di cancro della mammella e di prevenirne la proliferazione. Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori americani capitanati Ratna Ray, professore presso il dipartimento di Patologia dell’Università  di Saint Louis.

6/4/2010Bio Blog
neuroblastoma

Neuroblastoma, novità  dalla ricerca

[Neuroblastoma – foto al microscopio del Dr. Maria Tsokos, National Cancer Institute] Il Neuroblastoma è uno dei tumori del sistema nervoso più diffusi in età  pediatrica, è la causa del 15% delle morti oncologiche infantili, purtroppo chi è colpito dal neuroblastoma IV stadio ha pochissime probabilità  di sopravvivenza che si aggirano attorno al 20%. Le… Continua a leggere Neuroblastoma, novità  dalla ricerca

19/2/2010Bio Blog

Laringe artificiale per tornare a parlare

Grazie a un touch sensors la CompleteSpeech (Orem, Utah) ha realizzato un dispositivo, soprannominato Palatometer (in italiano potrebbe essere chiamato “Palatometro“) in grado di “percepire” il contatto della lingua sul palato durante la parlata. Il dispositivo è stato progettato espressamente per le persone mute o con difficoltà  nel parlare per ridarle nuova voce. Solo negli… Continua a leggere Laringe artificiale per tornare a parlare

5/12/2009Bio Blog