Quantcast
MiraFlex diventa realtà  | BioBlog

MiraFlex diventa realtà 

Categoria: Archivio Biotecnologie Mediche Dispositivi intracorporei Operazioni chirurgiche
Tag: #arterie #catetere #Dispositivi intracorporei #vaso sanguigno
Condividi:

La Cook Medical ha ricevuto l’approvazione dalla FDA per MiraFlex, un catetere ad alto flusso indicato per l’uso in piccoli vasi per la diagnostica e procedure interventistiche. MiraFlex ha un diametro interno di 0,635mm e consente quindi il passaggio di fili e può essere utilizzato in combinazione con una vasta gamma di accessori: MicroNester e Tornado Microcoils. Il catetere può essere impiegato negli interventi di embolizzazione arteriosa, la  miglior soluzione terapeutica della fine del secolo scorso come alternativa alla chirurgia dei fibromi uterini sintomatici. Il dispositivo ha lungo la superficie un materiale radiopaco per una migliore tracciabilità  e resistenza alla torsione. Inoltre, questa specie di treccia contribuisce alla flessibilità  e durabilità  del catetere, che permette di sostenere una pressione doppia rispetto al normale: 1000 psi. La superficie esterna di MiraFlex ha un rivestimento speciale (idrofilico), studiato appositamente per ridurre notevolmente l’attrito ed evitare il rischio di traumi ai vasi. [via medgadget | maggiori informazioni]

Publicato: 31/10/2008Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

chirurgia cuore

Il chirugo che trapana le arterie

Riaprire le arterie otturate con un trapano da dentista: è quanto ha fatto Fred Leya, cardiochirurgo del Loyola University Health System (Illinois, Stati Uniti), per salvare un paziente con un’occlusione totale dei vasi sanguigni non operabile in altro modo. L’intervento si è svolto lo scorso 27 dicembre e ora il paziente ha recuperato le funzionalità … Continua a leggere Il chirugo che trapana le arterie

6/4/2010Bio Blog
nanoparticelle arterie

Nanoparticelle intelligenti contro l’arteriosclerosi

I ricercatori di Harvard e del MIT hanno progettato un nuovo tipo di nanoparticella per il trattamento dell’arteriosclerosi. Le nanoparticelle hanno un rivestimento esterno “appiccicoso” che si attacca alla membrana dell’arteria solo nei siti danneggiati. In questo modo, una volta iniettate nel flusso sanguigno le particelle fluiranno nelle arterie per fermarsi dove c’è effettivo bisogno.… Continua a leggere Nanoparticelle intelligenti contro l’arteriosclerosi

20/1/2010Bio Blog

Staminali non solo ematiche

Una rivoluzionaria ricerca dell’Imperial College di Londra, pubblicata su Stem Cell, mostra che è possibile aumentare la capacità  dell’organismo di autoripararsi. Da poco si era scoperto che il midollo osseo immette in circolo cellule staminali non solo del sangue, ma anche di altri organi come ossa e cartilagini, arterie e cuore. Molti ricercatori hanno provato… Continua a leggere Staminali non solo ematiche

7/9/2009Bio Blog

Antiaggregante per la sindrome coronarica acuta

Una riduzione del 19% di eventi cardiovascolari maggiori e del 50% del rischio di trombosi da stent: questo il bilancio dello studio compiuto su oltre 13mila pazienti colpiti da sindrome coronarica acuta e sottoposti a intervento di rivascolarizzazione o PCI (Intervento coronarico percutaneo) che ha messo a confronto l’efficacia di prasugrel rispetto all’antiaggregante oggi più… Continua a leggere Antiaggregante per la sindrome coronarica acuta

2/9/2009Bio Blog