Quantcast
Localizziamo l'Alzheimer con il GPS | BioBlog

Localizziamo l’Alzheimer con il GPS

Categoria: Archivio Gadgets Medici Patologie
Tag: #alzheimer #Foto e illustrazioni #gadget #rfid
Condividi:

è già  da un pò di tempo, che alcuni stati della comunità  europea, per far fronte al problema di smarrimento di parenti e congiunti affetti da morbo di Alzheimer, tentano di sviluppare sistemi efficaci ed efficienti, e soprattutto poco invadenti da installare sui malati.

In Inghilterra, fino a qualche mese fa si ventilava l’ipotesi di impiantare microchips RFID ai residenti delle RSA. Manovra, a mio avviso, un pò troppo invasiva.

Un’azienda spagnola, invece, la Vision ha realizzato Keruve, un gadget medico molto semplice, ma anche maneggevole. Il supporto è formato da un localizzatore GPS in grado di rilevare un segnale della stessa natura,  da una fonte posta in un braccialetto antishock ed impermeabile funzionante con reti GSM 900 e GSM 1800.

L’utilizzo di questo dispositivo è molto semplice. Premendo un pulsante, posto sul dispositivo, si vedrà  apparire sul piccolo schermo una mappa con l’indicazione del luogo in cui si trova la persona che indossa il braccialetto.

Il braccialetto, che ha un’autonomia di 3 giorni e mezzo, quando inizia a scaricarsi attiva un allarme sonoro.

Il prezzo di questo gadget medico e geotattico è di 986 €. Spesa giustificabile ai fini dell’utilizzo. Prezzo che comunque potrebbe scendere se reso l’oggetto utilizzabile in strutture come case di riposo e accoglienza per anziani.

[via NaviGadget]

Publicato: 16/7/2008Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Souvenaid

Souvenaid, una nuova bevanda contro l’Alzheimer

Si chiama Souvenaid la nuova bevanda sperimentale messa a punto dalla Rush University Medical Center di Chicago. Souvenaid potrebbe essere in grado di limitare le carenze mnemoniche dei pazienti ai primi stadi della malattia o con una moderata di Alzheimer. Saranno 500 i pazienti sottoposti a questa nuova sperimentazione, queste persone verranno distribuite in 40… Continua a leggere Souvenaid, una nuova bevanda contro l’Alzheimer

5/3/2010Bio Blog
telefono cellulare

La rivincita del cellulare

Da tempo si parla degli effetti nocivi delle radiazioni legate all’uso del cellulare, ma finalmente per tutti gli amanti delle lunghe chiacchierate arriva una buona notizia. Secondo uno studio condotto alla University of South Florida e pubblicato sul Journal of Alzheiner’s Disease, l’esposizione prolungata alle onde elettromagnetiche del cellulare potenzierebbe la memoria e proteggerebbe dal… Continua a leggere La rivincita del cellulare

11/1/2010Bio Blog

Scoperti nuovi geni responsabili dell’Alzheimer

Scoperti due nuovi geni che hanno un ruolo di particolare importanza nella genesi della malattia di Alzheimer. La ricerca, frutto di una collaborazione europea sulla malattia di Alzheimer, ha dimostrato che particolari varianti dei geni CLU (o APOJ) e CR1 sono associate in modo significativo alla malattia. Lo studio e’ presentato sull’ultimo numero della prestigiosa… Continua a leggere Scoperti nuovi geni responsabili dell’Alzheimer

14/9/2009Bio Blog

Vasocostrizione cerebrale nel morbo di Alzheimer

I ricercatori dell’Università  di Bristol hanno scoperto che l’enzima convertente l’endotelina 2 (ECE-2) è in grado di causare la riduzione del flusso sanguigno cerebrale che si verifica nei malati di Alzheimer, e dunque di favorire la progressione della patologia. La malattia di Alzheimer è la più diffusa causa di demenza al mondo ed è caratterizzata… Continua a leggere Vasocostrizione cerebrale nel morbo di Alzheimer

30/7/2009Bio Blog