Quantcast
Genoma a pagamento | BioBlog

Genoma a pagamento

Categoria: Archivio Biotecnologie Mediche Genetica (DNA)
Tag: #dna #genoma #genoma umano #mappa dei geni
Condividi:

Tra dieci anni ogni bambino potrà  avere sin dalla nascita la propria mappatura genetica, cosa significa questo? Ogni neonato potrà  toccare con mano il suo genoma, in questa maniera sarà  possibile studiare, rendersi conto o forse prevenire eventuali malattie genetiche, ereditarie e non, dalle più gravi alle meno gravi -diabete-. Purtroppo sorgono problemi di natura etica, c’è chi afferma che i datori di lavoro potrebbero richiedere il genoma per assicurarsi della salute del dipendente o del candidato! In altro modo si potrebbe forse supporre che qualcuno inizi a fare dei calcoli su come “ottenere” un bambino con certe caratteristiche, scegliendo un particolare partner con determinate caratteristiche genetiche -ma questo è paradossale, sappiamo bene che la ricombinazione genetica è talmente varia e casuale che non sarebbe possibile scegliere il proprio figlio come se si stesse andando al supermercato- Tolti tutti i problemi di natura morale, sorge un problema di natura economica, il costo della mappatura è di ben 4 milioni di dollari -questo il costo del primo genoma- ma si pensa che nel giro di 5 anni il prezzo scenda fino a 10 mila dollari, un piccolo investimento per la vita? Staremo a vedere! [foto wikipedia]

Publicato: 10/2/2009Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Cellule artificiali: la nuova frontiera della terapia

Sulla nota rivista Science è stata pubblicata una ricerca destinata a rivoluzionare il futuro della medicina: la nascita della vita artificiale cioè le cellule artificiali. L’artefice di ciò è stato Craig Verter, scienziato di fama, protagonista nel 2000 del Progetto Genoma Umano, pioniere degli esperimenti di lungo corso ma anche personaggio criticato dalle commissioni etiche… Continua a leggere Cellule artificiali: la nuova frontiera della terapia

2/10/2010Bio Blog

La dieta del DNA

C’è stato il tempo della frutta, della verdura, della pasta, ora è il momento della dieta del DNA. L’iniziativa è di Planet srl, che gestisce Vitalybra, un piano alimentare personalizzato ideato dal medico nutrizionista Primo Vercilli. Per provarla la nuova dieta basta sottoporsi ad un test genetico in una delle principali farmacie italiane che hanno… Continua a leggere La dieta del DNA

21/10/2009Bio Blog

La variabile espressione dei geni

Dal decodificare il genoma umano ad arrivare ad una sua piena comprensione la strada è ancora molto lunga. Oggi si comincia a capire che non è solo importante l’informazione contenuta ma soprattutto la sua regolazione. Dalla regolazione, infatti, nascono le differenze tra gli individui ma anche le malattie o le predisposizioni alle malattie. Dalla collaborazione… Continua a leggere La variabile espressione dei geni

20/8/2009Bio Blog

JAK2

Le mutazioni genetiche sono state sempre ritenute, principalmente, come il frutto di un’interferenza di fattori esterni, per esempio le radiazioni, o fattori che dipendono dalla ricombinazione del DNA (per capire il meccanismo rinviamo a questo articolo). Un gruppo di ricercatori, Nicola Croce, Robert Kralovics e Ross Levine ha recentemente pubblicato sul Nature Genetics uno studio… Continua a leggere JAK2

25/4/2009Bio Blog