Quantcast
Erbe cinesi vs ormoni | BioBlog

Erbe cinesi vs ormoni

Categoria: Archivio Farmaci Medicina alternativa
Tag: #endometriosi #Erbe cinesi #ormoni
Condividi:

Un’analisi condotta da scienziati britannici dimostra che le erbe usate dalla medicina cinese potrebbero costituire una valida alternativa alla terapia ormonale standard utilizzata dalla medicina occidentale contro l’endometriosi. L’endometriosi è una malattia cronica e complessa, originata dalla presenza anomala del tessuto che riveste la parete interna dell’utero, endometrio, in altri organi quali ovaie, tube, peritoneo, vagina, intestino, provocando sanguinamenti interni, infiammazioni croniche e tessuto cicatriziale, aderenze ed infertilità . Ogni mese, sotto gli effetti degli ormoni del ciclo mestruale, il tessuto endometriale impiantato in sede anomala va incontro a sanguinamento, nello stesso modo in cui si verifica a carico dell’endometrio normalmente presente in utero. Tale sanguinamento comporta un’irritazione dei tessuti circostanti, la quale dà  luogo a formazione di tessuto cicatriziale e aderenze. La medicina occidentale cura l’endometriosi con gli ormoni, ma gli effetti collaterali possono essere molto fastidiosi: vampate di calore, acne, eccessiva peluria. Lo studio inglese ha dimostrato che usare in alternativa le erbe cinesi può essere vantaggioso, queste infatti pur avendo altrettanta efficacia se non migliore degli ormoni, causano meno effetti collaterali. Per giungere a tali conclusioni, i ricercatori inglesi hanno passato in rassegna i risultati di due trial clinici effettuati in Cina su un totale di 158 donne affette dalla patologia. In uno dei trial i ricercatori cinesi hanno curato un gruppo di donne con un mix di erbe noto come Nei Yi Wan e un altro gruppo con l’ormone gestrinone; dopo tre mesi, le donne di entrambi i gruppi mostravano gli stessi miglioramenti nei sintomi e avevano anche le stesse chance di restare incinte. Ma le donne curate con le erbe lamentavano meno effetti collaterali. Il secondo trial ha messo a confronto lo stesso mix di erbe con il danazolo, un farmaco che blocca la secrezione di estrogeno. Dopo tre mesi, entrambi i gruppi di donne avevano sintomi piu’ lievi, ma quelle curate con le erbe riportavano miglioramenti piu’ significativi. Al momento i trial sono considerati di fase iniziale e i ricercatori dicono che sono necessarie ulteriori conferme. Tuttavia, come scrivono sulla Cochrane Library, i risultati sono da considerarsi promettenti. “Quello che abbiamo imparato è che le erbe della medicina cinese possono in alcuni casi essere altrettanto efficaci dei farmaci della medicina convenzionale ma con meno effetti collaterali”, afferma il coordinatore della ricerca, Andrew Flower, della University of Southampton in Uk. “Questo potrebbe significare che i rimedi della medicina cinese sono piu’ adatti per cure su lungo termine”.

Publicato: 25/7/2009Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Uniti contro l’endometriosi

È stato siglato il 22 luglio a Roma il Protocolllo d’intesa tra il ministro delle Pari Opportunità , Mara Carfagna, la Fondazione italiana endometriosi, Inps, Inail e l’Istituto per gli affari sociali per la sensibilizzazione nei confronti dell’endometriosi. Questa malattia affligge 3 milioni di italiane, pari al 30% delle donne in età  fertile e causa sterilità … Continua a leggere Uniti contro l’endometriosi

24/7/2009Bio Blog