Quantcast
In piscina la nuova pet therapy | BioBlog

In piscina la nuova pet therapy

Categoria: Archivio Medicina alternativa
Tag: #acqua #bambino #cane #pet therapy #piscina
Condividi:

Dagli effetti benefici dell’acqua e dell’interazione uomo- animali, nasce la nuova pet therapy:  un bagno in piscina per avere un ambiente rilassante e un cane per essere stimolati.   La nuova terapia  si pratica nel centro che si trova a Ponti sul Mincio, in provincia di Mantova e i risultati raggiunti finora sui bambini autistici o dislessici sono positivi. L’uso di cani addestrati ed abituati alla presenza dell’acqua riuscirebbe a far socializzare bambini affetti da varie sindromi psico-somatiche.  Secondo il direttore del centro, i migliori risultati si sono avuti con un bambino dislessico che non riusciva a pronunciare le parole intere. L’unico modo per fargli dire un certo vocabolo era quando questo veniva rivolto al cane durante il bagno. Il bambino non ha cominciato a parlare in modo fluido, ma ci sono stati progressi nella pronuncia di parole intere che prima venivano dette a metà . Prima di iniziare la terapia si valuta il rapporto che il bambino ha con l’acqua ed anche con il cane. Se non ci sono problemi si prosegue con l’incontro terapeutico che dura un’intera giornata seguito dai genitori, da un veterinario, da uno psicologo, da un pediatra e da un medico specialista.

Publicato: 3/11/2009Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Un po’ di acqua per rinfrescare le idee

Bere acqua è importante anche per studiare in modo efficiente. La disidratazione ha, infatti, diversi effetti collaterali che interferiscono con le capacità  cognitive: mal di testa, stanchezza, minore capacità  di concentrazione e di attenzione e riduzione della memoria a breve termine. E le conseguenze possono essere anche più gravi: una ricerca condotta presso il King’s… Continua a leggere Un po’ di acqua per rinfrescare le idee

2/10/2010Bio Blog