Quantcast
Fibrosi Cistica: speranze dal miglustat | BioBlog

Fibrosi Cistica: speranze dal miglustat

Categoria: Archivio Biotecnologie Mediche Farmaci
Tag: #fibrosi cistica #malattia genetica #miglustat
Condividi:

Il miglustat, un farmaco usato per la cura di alcune patologie rare come la malattia di Gaucher, sembrerebbe in grado di  migliorare notevolmente i sintomi dei pazienti affetti da fibrosi cistica. Lo hanno dimostrato gli scienziati dell’Istituto di Biologia e Fisiologia Cellulare dell’Università  di Poitiers. La fibrosi cistica è una malattia genetica dovuta al malfunzionamento della proteina CFTR (cystic fibrosis transmembrane conductance regulator)  un canale responsabile del trasporto di cloro e sodio attraverso le membrane cellulari. Le mutazioni che colpiscono il gene della CTFR sono centinaia, la più comune è chiamata delF508, e causano tutte la produzione di muco denso in grado di ostruire i dotti delle ghiandole a secrezione esocrina e degli organi secernenti. Gli apparati più colpiti sono soprattutto quello respiratorio e quello digerente. Durante lo studio, iniziato nel Settembre del 2007, i ricercatori francesi hanno trattato con piccole dosi giornaliere di miuglustat cellule umane dell’epitelio nasale omozigoti per la mutazione delF508. Ne è risultata una  progressiva e stabile reversione del malfunzionamento della proteina, che ha iniziato a funzionare correttamente dopo soli 3/4 giorni di trattamento. Interrompendo la somministrazione del farmaco invece il canale CFTR tornava ad essere inattivo. Questi esperimenti hanno dimostrato per la prima volta che cellule con fibrosi cistica possono modificare il proprio fenotipo malato in seguito a trattamento farmacologico. Ora non resta che aspettare  la pubblicazione, prevista nel prossimo 1 Agosto sull’ American Journal of Respiratory Cell and Molecular Biology, dei risultati dello studio clinico condotto su 15 pazienti affetti dalla patologia a cui è stato somministrato il miglustat. Gli studiosi sono ottimisti sui risultati e i sulla possibilità  di poter curare con dosi di farmaco molto basse, dunque con pochi effetti collaterali, una delle malattie genetiche più gravi e diffuse al mondo. Si stima che siano colpiti dalla fibrosi cistica almeno 70.000 persone  con una aspettativa media di vita di circa 40 anni. C. Norez, F. Antigny, S. Noel, C. Vandebrouck, F. Becq. A CF respiratory epithelial cell chronically treated by miglustat acquires a non-CF like phenotype. American Journal of Respiratory Cell and Molecular Biology, August 2009

Publicato: 27/7/2009Da: Bio Blog

Potrebbe interessarti

Una caramella contro la Fibrosi Cistica

Da questo fine settimana e per i prossimi tre, sarà  possibile dare una mano per la ricerca e la cura della fibrosi cistica, acquistando nelle piazze italiane le caramelle Ambrosoli. L’iniziativa, dallo slogan “Una caramella contro la fibrosi cistica”, è promossa dalla Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica (FFC). Donare alla raccolta fondi contro… Continua a leggere Una caramella contro la Fibrosi Cistica

13/10/2008Bio Blog

Nuovo farmaco contro la fibrosi cistica

Una nuova terapia farmacologica potrebbe rappresentare un tremendo passo in avanti nel trattamento degli oltre 70.000 pazienti che in tutto il Mondo soffrono di fibrosi cistica. Sono queste le parole usate da David Sheppard (in foto), ricercatore della University of Bristol che ha presentato ieri a Liverpool, in occasione del BA Festival della Scienza i… Continua a leggere Nuovo farmaco contro la fibrosi cistica

10/9/2008Bio Blog